800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Come pulire i filtri dei condizionatori per combattere i batteri

22 Maggio 2020

Blog Manutenzione Condizionatore Come pulire i filtri dei condizionatori per combattere i batteri

In queste settimane in cui tutta Italia è minacciata dalla diffusione del Coronavirus si sente molto spesso parlare di sanificazione degli ambienti

Da quando è iniziata l’epidemia, non essendoci una cura specifica, gli esperti non hanno fatto altro che ripeterci di curare l’igiene personale. A iniziare dalle mani che sono il veicolo principale del virus verso le vie aeree del nostro organismo. La stessa attenzione alla pulizia va portata avanti nei luoghi pubblici. I negozi o gli uffici, oggi chiusi, hanno effettuato un duro lavoro di igienizzazione dei locali, disinfettando tutto: dalle pareti alle mensole, per arrivare agli oggetti. Questa pulizia, però, deve riguardare anche i condizionatori e i conduttori d’aria. Non si tratta di un’eccessiva precauzione, ma di un’attenzione dovuta visto che lo sporco produttore di batteri si può annidare anche nei luoghi più impensati. 

Le norme igieniche socialmente accettate servono per proteggerci dalle malattie. È importante, quindi, non essere approssimativi quando si pulisce, ma andare alla ricerca anche degli angoli più remoti o degli oggetti più impensabili.

In questo articolo vedremo come e quando pulire i filtri dei condizionatori e quali sono gli igienizzanti per i climatizzatori.

Che cosa sono i filtri condizionatore?

La maggior parte dei condizionatori in commercio è provvista di filtri, ovvero di strumenti che depurano l’aria proveniente dall’esterno prima di rilasciarla nell’ambiente da raffreddare/riscaldare. Sono fondamentali per impedire la diffusione in un ambiente chiuso di polvere, sporco e di allergeni. 

Da questa piccola definizione ti sarà chiaro che i filtri del condizionatore devono rimanere puliti e devono essere sostituiti dopo un certo intervallo di tempo. I filtri possono essere realizzati con materiali diversi. I più comuni sono in PVC, ma ce ne sono altri anche ai carboni attivi, agli ioni e a griglie elettrostatiche. 

Perché è importante la pulizia dei filtri del condizionatore 

Se i filtri del condizionatore non vengono puliti correttamente, si rischia che l’aria mandata fuori dagli elettrodomestici veicoli virus e batteri che possono provocare anche condizioni patologiche gravi. Bronchiti, mal di gola, lombalgie e raffreddori sono tutte causate da batteri e agenti patogeni presenti nei condizionatori con filtri non puliti correttamente.

Per chi è allergico, bisogna fare attenzione che il sistema di ventilazione che prende aria da fuori non catturi anche polline o altre particelle potenzialmente dannose. 

I filtri dei condizionatori sono un ambiente ideale anche per il proliferare delle muffe. Il caldo-umido favorisce la crescita dei batteri o dei virus che vengono poi spinti nell’aria e nell’ambiente.

Come accorgersi che bisogna pulire i filtri del condizionatore

Se hai un condizionatore, dovresti prendere la buona abitudine di pulirne i filtri regolarmente. Tuttavia, nel caso tu non lo faccia, ci sono dei campanelli d’allarme che potrebbero farti capire che è arrivato il momento di affrontare il problema e di evitare di rimandare ulteriormente. 

Quale? Il cattivo odore. 
Proprio come un bucato puzzolente è sinonimo di un guasto alla lavatrice e, molto probabilmente, indica la sporcizia del filtro. 

Pochi semplici consigli per essere sicuri di pulire correttamente il filtro della nostra lavatrice. Scopri di più nella nostra guida.
 
Quando il tuo condizionatore d’aria inizia a puzzare quando lo accendi, significa che si è accumulata troppa sporcizia nel filtro. È arrivato il momento di pulirlo. 

Come pulire filtri del condizionatore

Prima di armarti di disinfettante e pezza, sappi una cosa: non è detto che tu possa da solo/a pulire il condizionatore. Alcuni modelli sono tali che richiedono l’intervento di un esperto, di una persona qualificata per effettuare questa operazione. Devi chiederlo al costruttore o a coloro che ti montano l’apparecchio. 

Solitamente, i filtri ai carboni attivi, agli ioni e a griglie elettrostatiche richiedono sostituzioni fatte da specifiche componenti e vanno eseguite da un esperto. I filtri in PVC, invece, si trovano in pannelli facilmente raggiungibili e sono più semplici da cambiare. Quindi, sarai tu stesso/a a pulirli.

Igienizzanti per il condizionatore?

I metodi per pulire un condizionatore sono del tutto naturali ed economici. Ricordati di usare dei guanti per precauzione. Il filtro potrebbe essere pieno di polvere. Se sei un soggetto allergico, meglio farlo a prescindere.

La maggior parte dei condizionatori ha uno sportello in relazione alla griglia di emissione dell’aria. All’interno, puoi trovare i filtri. Alza la griglia svitando le viti o attraverso i ganci appositi e preleva con massima cura il filtro. Togli gli accumuli di polvere più grandi e poi pulisci per bene tutto l’oggetto aiutandoti con un pennellino. Poi passa sul filtro un panno inumidito in acqua tiepida e sapone o detergente naturale con base antibatterica. Fai la stessa cosa anche con la griglia.

Se il manuale d’istruzioni lo prevede, puoi anche immergere filtro e griglia direttamente nell’acqua, ma fai attenzione ad asciugare per bene. 

Assicurati che tutto lo sporco sia stato rimosso e che non sia rimasto del detergente né sulla griglia, né sul filtro. Poi, rimonta il tutto. 

Cosa succede se dopo la pulizia dei filtri del climatizzatore, l’elettrodomestico si comporta in modo strano?

Se quando accendi il condizionatore noti un comportamento anomalo da parte dell’apparecchio o senti un odore strano, spegni subito l’elettrodomestico.

Avrai fatto un errore nel rimontarlo o non lo hai pulito abbastanza bene. Non disperare perché il tuo condizionatore non è perduto per sempre. Ti basterà richiedere l’assistenza fuori garanzia di un tecnico certificato nella riparazione dei condizionatori

Si tratta di qualcosa facilmente risolvibile. Dopo, il tuo condizionatore tornerà come nuovo e sarà pronto a regalarti l’aria più pulita e fresca/calda che può. 

Ricordati di far pulire il tuo condizionatore. Non è solo un comportamento pignolo o da ossessivi-compulsivi, ma si tratta di una buona manutenzione dell’elettrodomestico che, a lungo andare, farà bene anche alla tua salute. È l’unico modo che hai per evitare la formazione e la diffusione di batteri e virus che possono compromettere il tuo stare bene causandoti congiuntiviti, mal di gola, raffreddori e altre patologie più gravi.  

Non è un invito a non usare più condizionatori, ma a farlo con coscienza. Pulisci regolarmente i filtri del climatizzatore per garantirti una salute di ferro. Inoltre, ricordati di non abusare dei condizionatori.

Accenderli solo quando è veramente necessario è una raccomandazione che vale non solo per motivi di salute (evitare troppi sbalzi di temperatura o di inalare aria sporca), ma anche per ragioni ambientali. La via di mezzo è sempre la soluzione migliore.