800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Igienizzante per condizionatori: sì o no?

31 Marzo 2020

Blog Manutenzione Condizionatore Igienizzante per condizionatori: sì o no?

Il Coronavirus ci ha costretti a rivedere molte delle nostre priorità. Ha reso la nostra vita più sedentaria e ci ha portati a rivalutare gli spazi casalinghi, l’importanza dei legami umani, la riscoperta del senso di comunità. In molti ha acceso un nuovo interesse per la questione ambientale. Altri stanno rivalutando la qualità del tempo che passiamo durante la giornata. 

Anche la pulizia e l’igiene sono argomenti di cui si tratta spesso in questo periodo. Non è certo una novità l’importanza di lavarsi le mani o di disinfettare per bene le superfici degli ambienti chiusi ed esterni. Tuttavia, durante quest’emergenza queste azioni quotidiane, fatte in maniera spesso automatizzata, si stanno rivelando fondamentali in quanto rappresentano l’unica prevenzione che abbiamo di fronte alla minaccia del Covid-19 per il quale non abbiamo ancora una cura. L’igiene e il restare a casa sono le armi con le quali sconfiggeremo questa pandemia. 

Molti stanno approfittando di questa quarantena per pulire per bene la propria casa. Pulizie di primavera anticipate per tutti gli italiani! Potresti approfittarne per igienizzare il condizionatore.

Igienizzare il condizionatore di casa: perché è importante?

La manutenzione del condizionatore prevede che tu lo pulisca di tanto in tanto e questa operazione deve coinvolgere non solo lo split (ovvero la parte interna dell’apparecchio), ma anche l’unità esterna. 

Non si tratta di pignoleria, ma di una buona abitudine che, a lungo andare, potrebbe preservare la tua salute. All’interno dell’elettrodomestico, infatti, si accumulano polveri, polline e smog. Se lasciati lì, si accumulano e possono essere immessi nell’ambiente di casa quando accendi il condizionatore. Nella sporcizia, possono nascere virus e batteri che si spargono nell’aria quando l’apparecchio è attivo e colpire il tuo organismo. 

Senza contare che una buona pulizia del condizionatore aiuta a mantenere “sano” il tuo elettrodomestico per un lungo intervallo di tempo. 
Quando pulire il condizionatore?

Pulire il condizionatore per assicurarti di respirare aria pulita: questo sì che è una buona abitudine domestica!

Ma quando farlo e con quale frequenza? Dipende tutto dall’uso che ne fai, ma la cosa migliore sarebbe pulire il condizionatore almeno un paio di volte l’anno in concomitanza con l’inizio della primavera e dell’autunno. Si tratta, infatti, del momento in cui usi meno l’elettrodomestico e ti prepari ad affrontare estate e inverno. 

Come pulire il condizionatore: con l’igienizzante condizionatori e tanta pazienza

Cerchiamo ora di capire qual è il modo migliore per igienizzare il tuo condizionatore.

Prima di compiere qualsiasi operazione, ricordati di staccare la presa di corrente, così che tu possa compiere tutte le manovre in sicurezza. Poi attrezzati: ti servirà l’aspirapolvere, una spugna in microfibra, un panno e uno spray igienizzante per il condizionatore

Una volta tolto il coperchio dello split, togli lo sporco più evidente con l’aspirapolvere. Subito dopo passa la spugna in microfibra per pulire a fondo lo sporco rimasto, quello meno visibile, più umido e più resistente. 

Usare un disinfettante per condizionatori può aiutare per igienizzare il condizionatore al 100%. Spruzza un po’ di sanificante per condizionatori su un panno, ne basterà qualche goccia in modo che si asciughino velocemente. Il condizionatore potrà così contare su una barriera protettiva che impedirà allo sporco di depositarsi. 

Pulisci con cura anche le bocchette di emissione e delle canalizzazioni del tuo condizionatore. Solo così potrai parlare di una pulizia del condizionatore davvero completa.

L’igienizzante per condizionatori è davvero fondamentale?

In commercio troviamo due tipi di spray igienizzanti per condizionatori:

  • disinfettanti veri e propri: sono accompagnati dalla dicitura “presidio medico chirurgico” poiché contengono un principio attivo biocida molto efficace contro i batteri;
  • igienizzanti per climatizzatori: non contengono principi attivi, ma sono formati da alcol, solventi e profumi.

Ci sono alcuni esperti che sconsigliano l’uso di spray per condizionatori o di prodotti igienizzanti per i condizionatori di casa, sostenendo che questi disinfettanti vanno bene per gli apparecchi professionali o industriali. Per i condizionatori di casa, se fai una regolare manutenzione, potrebbe bastare l’uso di acqua e sapone. 

Ma se non hai mai dato troppa attenzione a questo aspetto della pulizia del condizionatore e stai leggendo questo articolo, forse un igienizzante per condizionatori potrebbe esserti utile. 

La pulizia dei filtri del condizionatore

La pulizia dei filtri del condizionatore deve essere fatta sempre quando l’elettrodomestico non è attaccato alla corrente e usando dei guanti di protezione. 

Per igienizzare questa parte del condizionatore, devi prima smontare lo sportello e la griglia di emissione dell’aria. Una volta raggiunto il filtro, puoi pulirlo e sciacquarlo con un po’ di acqua e sapone, aiutandoti con un pennellino. Se lo trovi particolarmente sporco, usa qualche goccia di spray per condizionatori. Al posto del prodotto chimico, potresti usare anche degli elementi naturali. Ad esempio, potresti usare una miscela di acqua e aceto di vino, che è di suo disinfettante e sgrassante, oppure una di acqua e bicarbonato che spesso è usato in casa per igienizzare.

 Asciugalo bene prima di rimetterlo al suo posto. Puoi anche lasciarlo all’aria aperta per farlo asciugare, ma tienilo lontano dal sole.

Pulire l’unità esterna con igienizzante per condizionatori

Una volta pulito lo split e il filtro, puoi occuparti dell’unità esterna del condizionatore. Stando all’aperto è più probabile che polline, polveri e smog si annidino dentro. Rimuovi lo sporco superficiale con un compressore e poi passa un panno umido con sopra qualche goccia di disinfettante per condizionatori. In questo modo, i batteri non avranno più scampo. 

Visto che ci sei, dai un’occhiata alle tubature esterne e controlla che non siano rovinate. Se così fosse, devi necessariamente chiedere l’intervento di un tecnico certificato.

Potrebbe essere una buona idea coprire l’unità esterna con un telo che protegga l’apparecchio dagli agenti atmosferici e dallo sporco. 

Igienizzante per condizionatori o meno, l’importante è che tu pulisca

Tirando le somme di quanto detto fino ad adesso, l’igienizzante per condizionatori può disinfettare il tuo elettrodomestico e renderlo più “sano”, ma la cosa veramente fondamentale è che tu ti abitui a pulire il tuo condizionatore almeno il minimo indispensabile per garantirne un buon funzionamento. È l’unico modo per usarlo ed essere sicuri che l’aria che respiri in casa non sia nociva per il tuo organismo.