800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Ante e post garanzia: anche gli elettrodomestici resuscitano

2 Dicembre 2019

Cosa sarebbe la nostra vita senza elettrodomestici? Non riusciamo neanche ad immaginarla.

Ormai siamo abituati a uno stile di vita domestica molto comodo in cui abbiamo modo di svolgere diverse mansioni casalinghe senza perdere troppo tempo. I panni sono lavati grazie alla lavatrice, i piatti grazie alla lavastoviglie; il microonde ha programmi in grado di cucinare molto più velocemente di un forno tradizionale esattamente come il piano cottura a induzione.

In un mondo che va sempre più veloce e in cui ottimizzare il tempo è diventato un imperativo di vita, gli elettrodomestici sono fondamentali. Nonostante tutte le innovazioni tecnologiche che stanno cambiando l’aspetto e le funzioni dei nostri elettrodomestici – oggi circolano dei modelli smart che permettono agli apparecchi di connettersi a internet e di essere azionati a distanza – c’è una cosa che non cambia nella vita degli elettrodomestici.

La garanzia.

 Che cos’è la garanzia elettrodomestici?

La garanzia elettrodomestici è un documento legale con validità di due anni che deve essere obbligatoriamente consegnato al cliente dal venditore al momento dell’acquisto. Tramite garanzia, nel caso in cui si verificassero dei problemi all’elettrodomestico non provocati da agenti esterni, ti è possibile chiedere una sostituzione o pezzi di ricambio per l’apparecchio a titolo gratuito. Questo perché il Codice del Consumo (D.lgs. n. 206 del 6/09/05 in recepimento della Direttiva 1999/44/CE) ritiene che l’oggetto venduto debba essere conforme al contratto di vendita, quindi, integro e funzionante.

Grazie alla garanzia, nel momento in cui l’elettrodomestico presenta un qualsiasi problema durante lo svolgimento delle sue funzioni, smette di accendersi o diventa troppo rumoroso, si può ricorrere all’intervento del tecnico.

Ma cosa succede quando la garanzia scade?

Garanzia elettrodomestici scaduta: che fare?

Una volta scaduta la garanzia, se l’elettrodomestico dà dei problemi non è più possibile chiedere l’intervento gratuito del tecnico. Ecco perché molte persone reagiscono male alla notizia di un problema dell’apparecchio. È diffusa la convinzione che la riparazione di elettrodomestici fuori garanzia sia meno economica dell’acquisto di un nuovo elettrodomestico. In realtà, non è così. Certo, ci sono truffatori che cercano di prendere in giro alcune categorie di persone generalmente (ed erroneamente in alcuni casi) considerati meno avvezzi al mondo elettronico e tecnologico. Ma se ci si affida a un tecnico specializzato e di fiducia, è probabile che la riparazione o il pezzo da sostituire siano molto meno costosi di un nuovo acquisto.

La riparazione elettrodomestico fuori garanzia è una scelta green

Non ci si può aspettare che un elettrodomestico duri per sempre. Prima o poi ci sarà qualche pezzo del macchinario che risentirà dell’usura. Ma, in alcuni casi, resuscitare un apparecchio e regalargli qualche altro anno di vita non è impossibile! Dipende dal tipo di danno e da come verrà riparato.

Richiedere l’assistenza fuori garanzia è consigliabile anche come forma di attenzione e di cura nei confronti del nostro ambiente. Lo smaltimento di un elettrodomestico non è semplice e i loro processi di produzione sono alquanto inquinanti. Salvare un elettrodomestico potenzialmente ancora funzionante è un dovere, prima ancora che un diritto.

Per capire quanto la riparazione sia importante per la salvaguardia ambientale, basta pensare che anche l’Unione Europea sta attuando una serie di politiche volte a favorire la lunga vita degli elettrodomestici.

Elettrodomestico rotto? Fallo riparare!

L’Unione Europea sta facendo valere il “diritto a riparare” del consumatore, dichiarando guerra all’obsolescenza programmata.

Capita che pur volendo riparare l’elettrodomestico rotto, ti senta rispondere che il pezzo di ricambio è uscito fuori produzione o che sia difficile da recuperare. E questo può succedere magari a pochi anni dall’acquisto. C’è chi sostiene che questo faccia parte di una precisa strategia dei produttori per incentivare la vendita di nuovi modelli.

Dal 2021 non sarà più possibile. Secondo le nuove normative dell’Unione, infatti, i produttori sono obbligati a rendere accessibili pezzi di ricambio di un elettrodomestico minimo per 7 anni dopo l’uscita fuori produzione dell’apparecchio (il massimo è di 10). Questi obblighi valgono ancora solo per alcune categorie di elettrodomestici – tra cui le lavatrici -, ma l’obiettivo è quello di estenderli a tutte. La normativa prevede anche che ci sia un limite di tempo massimo entro cui spedire il pezzo che è pari a 3 settimane.

L’UE ha anche in programma di agevolare la riparazione fai da te con la creazione di libretti d’istruzione da usare per capire come aggiustare un eventuale guasto.

Garanzia sulle riparazioni elettrodomestici: cosa significa?

Sappi che ogni volta che cambi o sostituisci un pezzo rotto dell’elettrodomestico con uno nuovo, hai diritto alla garanzia sulle riparazioni elettrodomestici. Si tratta di un documento che ti dà gli stessi diritti di una garanzia “normale” solo, però, rispetto a quell’unico pezzo dell’apparecchio. Dura un paio d’anni, ma nel caso in cui si rompa un’altra parte dell’elettrodomestico, non illuderti di poterlo far cambiare gratuitamente (ma puoi buttarci dell’acqua santa, quello sì!).

La garanzia sulle riparazioni elettrodomestici è valida unicamente nel caso in cui tu abbia pezzi originali appartenenti al marchio di fabbricazione dell’elettrodomestico. Per questo è importante richiedere assistenza solo a centri o ditte specializzate nell’assistenza fuori garanzia. Rivolgersi a tecnici certificati significa chiedere aiuto a persone che non solo hanno accesso a ricambi originali in pochissimo tempo, ma che sono costantemente aggiornati sui modelli, sulle marche e sulle novità tecnologiche.

Tecnici certificati SulSicuro

SulSicuro è una rete di riparatori professionisti, diffusa in tutt’Italia che ha adottato quest’approccio green per i problemi tecnici di un elettrodomestico.

Ne fanno parte tutti tecnici specializzati che assistono marchi come la Whirlpool, Indesit, Hotpoint, Hotpoint-Ariston… solo per citarne alcuni. A disposizione del cliente vengono messe professionalità, impegno e conoscenza.

Puoi salvare l’ambiente, così come puoi salvare il tuo elettrodomestico. Ciò che conta è la voglia di farlo unito alla possibilità. Fortunatamente, sia a livello nazionale che privato le cose si stanno muovendo per far sì che la scelta di riparare sia incentivata e non demotivata. Ora devi solo metterci la tua voglia.