800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Forno ventilato: il simbolo che fa la differenza

31 Gennaio 2020

In cucina non c’è niente di meglio della cottura al forno se si vuole unire il gusto all’idea di una cucina sana.

Che tu sia un cuoco amatoriale o semplicemente un “esecutore culinario” per sopravvivenza, il forno rappresenta un elettrodomestico fondamentale per la tua vita domestica. Conoscerne i segreti è fondamentale non solo per realizzare portate degne di uno chef stellato, ma anche per non andare in panico al primo segno di malfunzionamento.

La prima cosa che bisogna conoscere quando hai a che fare con un forno sono i simboli presenti sull’elettrodomestico che ne regolano le funzioni. Cosa vorranno mai dire? Sulla ricetta c’è scritto che il forno deve essere ventilato: qual è il simbolo che lo identifica? Proviamo a dare una risposta!

Alla scoperta del proprio forno: ventilato, simbolo e temperatura

Su qualsiasi forno trovi dei piccoli disegnini sui quali devi impostare le valvole in modo da programmare il tipo di cottura che ti serve per cucinare la pietanza. Sui forni moderni, questi disegni sono quasi il doppio poiché sono previste tante nuove funzioni che dovrebbero aiutare anche i meno esperti in cucina. Questi pulsanti impostano la temperatura e il tempo di cottura sulla base dell’alimento che si sta preparando. Si tratta di funzioni utili, anche se non ti permettono di personalizzare la cottura e questo può comportare dei problemi nella riuscita della stessa.

Non riesci proprio a ricordare cosa indica quel simbolo e hai smarrito il libretto delle istruzioni? Siamo qui per questo: leggi la nostra guida!

Ovviamente questi programmi, per quanto simili, variano da marca a marca. Ciò che rimane invariato sono i simboli tradizionali che sono raffigurati in maniera molto simile a dispetto del modello. Questi simboli “tradizionali”, se così vogliamo definirli sono i seguenti:

  • Il quadratino completamente vuoto accompagnato da uno 0. Indica che l’elettrodomestico è spento.
  • La lampadina da sola o dentro un quadratino. È il pulsante che permette l’accensione della luce all’interno dell’elettrodomestico. Non si tratta del regolatore della temperatura, ma solo di una fonte d’illuminazione.
  • Il quadratino con un dentro un rettangolo posizionato nella parte superiore o inferiore o su tutte e due i lati del quadrilatero. Se imposti la leva su questo simbolo del forno statico, attiverai una cottura di tipo statico che può attivarsi nella parte superiore o inferiore del forno o su entrambe a seconda dell’impostazione che scegli.
  • Il quadratino con dentro una ventola. È usata per attivare la cottura del forno ventilato. Simbolo molto intuitivo che viene ripreso anche in altre immagini per indicare cotture che necessitano del forno ventilato, ma sono specifiche per determinati tipi di alimenti.

Differenza tra forno statico e forno ventilato: il simbolo e non solo

Se ci sono due pulsanti diversi è quasi naturale supporre che corrispondano a funzioni molto diverse tra di loro.

Di forno statico e di forno ventilato si legge spesso nelle ricette. Questo perché ogni preparazione richiede un tipo di cottura specifica, altrimenti si rischia che il piatto non venga bene.

Solitamente, quando si prepara la pasta al forno, i tortini dal cuore morbido, l’arrosto, le verdure ripiene, i biscotti, la carne o il pesce al forno si deve impostare la leva su forno ventilato (simbolo: ventola dentro il quadratino). Invece, per cuocere il pane, la pizza, i dolci o la pasta sfoglia va bene la cottura statica (simbolo: quadratino con dentro due rettangolini sopra e sotto il quadrilatero).

La differenza tra forno statico e forno ventilato sta nel modo in cui viene riscaldato l’ambiente interno al forno. Nell’impostazione statica, il calore è emanato per irraggiamento e questo provoca un tipo di cottura molto delicata. L’unica pecca è che l’alta temperatura non si distribuisce in maniera uniforme all’interno dell’elettrodomestico. Cosa che accade selezionando la cottura ventilata. In questo caso, il calore è prodotto per convenzione e diffuso in modo omogeneo per tutto il forno.

Forno ventilato: simbolo della ventola con il grill

Un altro simbolo che potresti trovare sul tuo forno e che richiama quello del forno ventilato è quello della cottura grill.

La gratinatura è il tocco finale che va dato ad alcuni piatti per renderli piacevoli alla vista e al gusto. Per la lasagna o per l’arrosto è fondamentale che ci sia la crosticina nella parte superiore. Questa si ottiene impostando nella parte finale della cottura la valvola sull’immagine del quadratino con dentro i triangolini rovesciati (simbolo del grill) e la ventola.

Forno statico o ventilato: altri simboli che potresti trovare

Nei forni moderni oltre ai programmi di cottura, è possibile trovare dei pulsanti che azionano delle tecniche di autopulizia che servono a mantenere in ottimo stato il tuo elettrodomestico, evitando malfunzionamenti.

È molto importante mantenere pulito il tuo forno anche per evitare che si creino condizioni poco igieniche per la cottura.

Vuoi scoprire come pulire il vetro del forno nel modo migliore possibile? Leggi i nostri consigli all'interno di questo articolo.

I simboli del forno per l’autopulizia che potresti trovare in alcuni modelli sono:

  • Un quadratino con dentro nove triangolini a testa in giù che occupano tutta la superficie indica la funzione di pulizia pirolitica che trasforma i residui di cibo in cenere raggiungendo un’altissima temperatura. La cenere può essere poi pulita con un panno.
  • Un quadrato con all’interno una goccia è il simbolo EasyClean. Attivando questa funzione, viene versata dell’acqua (circa 400 ml) e una goccia di detersivo sulla base del forno. Questo ammorbidisce i residui di cottura e rende più facile la pulizia.
  • Un quadrato con dentro quattro triangoli a testa in giù che occupano tutto lo spazio è il simbolo della decalcificazione.
  • Un quadratino con dentro 6 L al contrario è chiamato simbolo EcoClean che permette di assorbire le gocce di grasso.

Forno ventilato rotto? Chiama il tecnico!

Se ti dovesse capitare di trovare i cibi appena usciti dal forno non abbastanza cotti, probabilmente si è verificato un guasto al tuo forno.

Magari scopri anche che è scaduta la garanzia del tuo elettrodomestico. Non devi assolutamente disperarti, né prendere il forno e buttarlo via sostituendolo con un altro.

Ciò che ti conviene per risparmiare tempo e denaro è chiamare un tecnico specializzato nella riparazione di elettrodomestici fuori garanzia. Il servizio di assistenza individuerà il problema del tuo forno e provvederà a risolverlo nella maniera più conveniente per te.

Grazie alla scelta di riparare e di non buttare, avrai aiutato anche l’ambiente non producendo un rifiuto di difficile smaltimento inutile.