800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Asciugatrice rotta: ecco le cause

2 Marzo 2020

Potrebbe sembrare un elettrodomestico superfluo, ma si sta rendendo sempre più importante. Stiamo parlando dell’asciugatrice.

Perché comprare un macchinario per asciugare i panni quando c’è il sole con i suoi raggi che può farlo naturalmente? La domanda è lecita, ma è vero che esistono delle situazioni in cui un’operazione del genere non risulta così semplice. Tanto per cominciare, in inverno e in autunno con la pioggia e la neve non è sempre possibile usare il calore solare. Molti appartamenti oggi non dispongono di un balcone sufficientemente grande da ospitare uno stendino. E poi, bisogna considerare l’inquinamento. In molte città non è igienico mettere fuori i panni poiché potrebbero assorbire particelle tossiche.

La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: l’asciugabiancheria e l’asciugatrice non sono la stessa cosa? La risposta è no.

Di conseguenza, avere un elettrodomestico in casa che si occupa di asciugare i tuoi panni può rivelarsi molto utile. Ma cosa succede quando si rompe?

L’asciugatrice non si accende

Hai appena finito di lavare i panni, ti prepari ad asciugare il bucato nel tuo elettrodomestico, ma ti accorgi che l’asciugatrice non si accende. Controlli che in casa non sia saltata la corrente e che la presa sia collegata correttamente, ma il macchinario non ne vuole proprio sapere. In questo caso, il problema potrebbe essere un guasto alla scheda o al termostato di sicurezza. Se è la scheda ad essere danneggiata, basta sostituirla. Nel caso in cui sia il termostato ad aver raggiunto una temperatura molto elevata e a bloccare il funzionamento dell’asciugatrice, devi chiamare un tecnico specializzato che ti aiuti a sistemarlo.

L’asciugatrice si accende, ma non parte

Quando l’asciugatrice si accende ma non parte, i problemi potrebbero essere di varia natura. Innanzitutto, potrebbe esserci dell’acqua in eccesso nell’elettrodomestico che non è stata smaltita correttamente. Se il filtro non è abbastanza pulito o la pompa di scarico è ostruita, il serbatoio d’acqua si riempie e potrebbe causare il blocco della macchina. In casi simili, devi pulire il filtro e rimuovere l’acqua in eccesso per far sì che la tua asciugatrici funzioni di nuovo.

Anche in questo caso, potrebbe essere un problema della scheda elettronica. Se è così, c’è poco che tu possa fare: tocca sostituirla.

Se l’asciugatrice non parte, il problema potrebbe essere anche della cinghia o del tendicinghia danneggiati che impediscono al cestello di ruotare. Una volta sostituiti i pezzi difettosi, il tuo elettrodomestico tornerà come nuovo.

L’asciugatrice non asciuga: sei sicuro di programmarla nel modo giusto?

Quando acquisti un’asciugatrice devi sapere dove collocarla. Non si tratta solo di trovare lo spazio sufficiente, ma anche il luogo adatto che permetta al tuo elettrodomestico di svolgere al meglio le sue funzioni. Questo perché l’aria calda usata per l’asciugatura viene presa dall’ambiente esterno. Di conseguenza, se si mette l’apparecchio sul balcone e lo si usa d’inverno, potrebbe capitare di tirare fuori dal cestello un bucato ancora umido anche dopo un ciclo di asciugatura. In questo caso, il problema non è il malfunzionamento dell’elettrodomestico, ma la sua cattiva collocazione.

Se la tua asciugatrice si trova in un ambiente in cui la temperatura non scende mai al di sotto dei 15/16° ma comunque il bucato risulta umido, assicurati di non fare dei cicli di asciugatura alla rinfusa e con troppi panni. Ci sono dei programmi adatti ai diversi tipi di tessuto. Se non si fa una distinzione tra i capi d’abbigliamento, si rischia di avere un bucato asciugato in maniera non corretta e approssimativa.

Quando l’asciugatrice non asciuga bene perché c’è un guasto

Nel caso in cui tu ti renda conto di aver fatto in modo corretto tutto ciò che dovevi per la tua asciugatrice e questa, dopo un po’ di tempo, non funziona bene, allora potrebbe essere avvenuto un guasto.

Ci sono diverse motivazioni che potrebbero essere a monte del malfunzionamento. Potrebbe trattarsi:

  • del malfunzionamento della pompa di calore o della resistenza elettrica, ovvero delle due componenti che riscaldano l’aria proveniente dall’esterno. Se non funzionano correttamente, il bucato non riuscirà a scaldarsi;
  • del danneggiamento del sensore di umidità. Questo elemento si occupa di determinare la lunghezza del ciclo di asciugatura. Se è tarato male, posizionato in malo modo o smette di funzionare, verrà alterata la durata e l’efficacia del ciclo stesso;
  • della rottura o del danneggiamento della cinghia che permette al cestello di ruotare.

Non si tratta di problemi insormontabili. Spesso basta solo cambiare il pezzo malfunzionante. Tuttavia, se non hai idea di come funziona un’asciugatrice, né dove si trovano le diverse componenti, prova ad affidarti a un tecnico specializzato nella riparazione di asciugatrici. L’occhio di un esperto identificherà subito il problema e potrà dirti qual è la soluzione più veloce ed economica.

Se il cestello dell’asciugatrice non gira

Tutte le asciugatrici hanno un cestello dentro il quale vengono messi i panni umidi. È proprio la rotazione del cestello su se stesso a consentire agli indumenti di asciugarsi. Potresti notare che il cestello si muova più lentamente del solito o si blocchi, compromettendo il funzionamento dell’intero apparecchio.

Anche in questo caso potrebbe dipendere da diversi fattori. Potrebbe trattarsi, come abbiamo già visto, della cinghia usurata oppure di un problema al condensatore di spunto, ovvero dell’elemento che dà la spinta al motore in fase di avvio della macchina. Potrebbero essere anche i cuscinetti rotti che portano il cestello a urtare contro la vasca. In questo caso, dovresti sentire un leggero fischio provenire dal tuo elettrodomestico.

Asciugatrice rotta: la miglior prevenzione è la cura dell’elettrodomestico

Che un apparecchio molto usato possa andare incontro a danneggiamenti o rompersi è abbastanza normale. Questo è vero anche per l’asciugatrice.

Tuttavia, ci sono dei comportamenti che potresti attuare abitualmente per mantenere il tuo elettrodomestico in un buono stato. Abbiamo già detto di non fare cicli a caso, ma di selezionare per bene i capi da inserire e impostare il programma giusto a seconda del tessuto. Inoltre, gli indumenti non vanno buttati nel cestello aggrovigliati o così come vengono fuori dalla lavatrice. Non devi neanche piegarli. Semplicemente, mettine uno alla volta. In questo modo, eviterai che i panni si ammassino uno sull’altro e non si asciughino bene.

Infine, cerca di mettere in asciugatrice un bucato già centrifugato in lavatrice. Meno acqua dovrà essere aspirata dall’apparecchio, meno fatica farà e più tempo funzionerà.