800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Installazione asciugatrice: dove posizionarla? Guida pratica

28 Novembre 2022

Blog Manutenzione Asciugatrice Installazione asciugatrice: dove posizionarla? Guida pratica

L’asciugatrice sta conquistando sempre più persone. Sempre più spesso, infatti, nei progetti di arredamento viene cercato lo spazio da dedicare a questo elettrodomestico. Chi non ha metri quadri a sufficienza preferisce optare per una lavasciuga piuttosto che rinunciare a un apparecchio in grado di asciugare i panni. Lo stendino è forse passato di moda? No, ma le necessità sono cambiate: alcune città sono talmente inquinate che stendere i panni sul balcone potrebbe portarli a sporcarsi più di prima. Inoltre, in inverno è piuttosto scomodo aspettare che esca il sole per stendere. Se si ha bisogno di un vestito in una particolare occasione, non ci si può rinunciare solo perché piove!

Una volta optato per l’installazione dell’asciugatrice in casa bisogna decidere dove metterla e trovare qualcuno che si occupi di montarla.

Come riconoscere l’asciugatrice migliore del 2022 tra tantissimi modelli? Scopri la guida dei nostri esperti, non sbaglierai.

Asciugatrice: dove metterla per assicurarne un buon funzionamento?

Le risposte più naturali che vengono alla mente nel momento in cui ci si chiede dove mettere l’asciugatrice sono “nel bagno” oppure “accanto alla lavatrice”. Sono entrambe affermazioni legate a possibilità concrete e anche sensate, tuttavia la decisione di dove installare un’asciugatrice è meno semplice di quanto si potrebbe pensare. Sono diversi i fattori che bisogna prendere in considerazione. Alcuni sono strettamente legati all’elettrodomestico mentre altri alle caratteristiche della casa.

Tipologia di asciugatrice

La prima discriminante utile a capire dove mettere l’elettrodomestico è la sua tipologia di funzionamento. L’installazione di un’asciugatrice a pompa di calore non è simile a quella di un macchinario a condensazione né a quello ad aria calda.

Abbiamo asciugatrici a condensazione e asciugatrici a pompa di calore. Anche le modalità di scarico dell’acqua possono essere diverse.

Le asciugatrici a pompa di calore e a condensazione sono le più diffuse e anche le più semplici da montare. Dato che entrambe lavorano con la produzione di aria calda a partire da componenti presenti all’interno dell’elettrodomestico (la prima mediante un circuito di riscaldamento, la seconda tramite resistenze), è consigliabile non inserirle in ambienti freddi e umidi perché potrebbero faticare a mantenere la temperatura interna e consumare di più. Non danno particolari problemi per quanto riguarda lo scarico, visto che molti apparecchi raccolgono l’acqua all’interno di una vaschetta da svuotare alla fine di ogni ciclo di asciugatura.

In entrambi i casi, è necessaria la presenza di una presa elettrica, indispensabile per accendere il macchinario.

Spazio e stanze a disposizione

Una casa sufficientemente grande potrebbe avere una zona lavanderia all’interno della quale posizionare tutti gli elettrodomestici utili al lavaggio e all’asciugatura dei panni. Sarebbe sicuramente una soluzione ottimale e ordinata. Tuttavia, non tutti hanno la possibilità di realizzarla. Ecco perché bisognerà trovare delle stanze alternative in cui mettere l’asciugatrice.

Il bagno sembra essere il candidato preferito di tutti. In effetti, in questo ambiente non mancherebbe né l’impianto elettrico né quello di scarico dell’acqua. Tuttavia, bisogna assicurarsi che ci sia spazio a sufficienza per inserire l’elettrodomestico. Oltre ai centimetri di larghezza e di profondità (in media intorno ai 60), bisogna tener conto anche dello spazio necessario all’apertura agevole dell’oblò. Inoltre, non si dovrebbe mai posizionare l’elettrodomestico attaccato alla parete così da non surriscaldarlo e da non permettergli di rovinare il muro a seguito di qualsiasi movimento brusco. Esistono dei modelli slim di dimensioni più piccole che potrebbero adattarsi meglio anche ai metri quadri meno numerosi.

Nel caso in cui non sia possibile ricavare un angolo del pavimento per l’installazione dell’asciugatrice si può provare a metterla in colonna sopra la lavatrice. Per farlo, si potrebbe sfruttare (o creare da zero) una rientranza nella parete da coprire con l’anta di un mobile o una tenda particolare. L’asciugatrice va sempre posizionata sopra la lavatrice (è meno pesante) e deve essere separata dall’altro elettrodomestico mediante un’apposita struttura. C’è chi la realizza dotandola anche di piano estraibile su cui appoggiare i panni.

Se il bagno non può ospitare l’asciugatrice, spesso si ricorre alla cucina oppure al balcone esterno, anche se quest’ultima soluzione non è particolarmente indicata per le temperature. Nel caso non sia proprio possibile fare altrimenti, bisognerà ingegnarsi a trovare delle soluzioni per proteggere l’elettrodomestico e mantenerlo al caldo.

Rumorosità

“Posso mettere l’asciugatrice in camera da letto?”.

Qualcuno potrebbe porsi questa domanda. Qualcuno che non vuole mettere l’apparecchio sul balcone e impossibilitato a trovare spazio a sufficienza nel bagno. È chiaro che ognuno può fare ciò che vuole in casa propria, ma è altrettanto vero che bisogna tener conto di una cosa: l’asciugatrice fa rumore quando è in azione. Anche i modelli migliori, più silenziosi, si fanno comunque sentire. Di conseguenza, sarebbe preferibile posizionarla lontano da dove si riposa, altrimenti bisognerà usarla solo di giorno.

Necessità di areazione

Mettere l’asciugatrice nello stanzino o in cantina: ecco la soluzione migliore. Sbagliato!

Non dimentichiamoci che questo elettrodomestico si occupa di far evaporare l’acqua dai panni. Questo significa che il macchinario sarà circondato da aria umida per la maggior parte del tempo, a meno che non si lasci arieggiare a sufficienza l’ambiente. Quindi, meglio evitare le stanze chiuse e prive della possibilità di far circolare l’aria abbondantemente. La stessa asciugatrice potrebbe risentirne.

Montaggio dell’asciugatrice: come si installa

Per l’installazione dell’asciugatrice ci si dovrebbe rivolgere a un tecnico esperto esattamente come quando bisogna ripararla per qualche guasto.


I più volenterosi potranno anche provare a montare l’asciugatrice da soli con il libretto d’istruzioni alla mano, soprattutto se non bisogna collegare l’elettrodomestico allo scarico dell’acqua. In quel caso, il solo collegamento che l’asciugatrice deve avere è quello con la presa di corrente. Tuttavia, bisognerà assicurarsi che tale presa sia omologata per la potenza del macchinario, altrimenti bisogna intervenire per adattarla.

Lì dove le operazioni di montaggio siano più complesse e richiedano di collegare l’asciugatrice allo scarico o anche di forare il muro per arrivare all’impianto, è necessario contattare un professionista. Una buona installazione è fondamentale per permettere all’asciugatrice di funzionare al meglio e di non rompersi facilmente.