800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Come usare il pulsante col simbolo del grill nel forno

25 Maggio 2020

Blog Manutenzione Forno Come usare il pulsante col simbolo del grill nel forno

Si inventano piatti di tutti i tipi. La creatività e l’originalità sono un must dall’epoca romantica, ma oggi è diventata fondamentale per emergere in un mondo sempre più social dove siamo tanti e tutti in mostra.

Ma al di là di piatti con ingredienti dai nomi impronunciabili e degli impiattamenti più stravaganti, niente potrà sostituire un abbondante piatto di lasagne. O di pollo arrosto. Insomma, la tradizione è un classico sempreverde che puoi portare in tavola in qualsiasi occasione e fare bella figura. Sempre che la preparazione sia uscita bene.

Questo tipo di pietanze richiede croccantezza nella parte superiore e c’è solo un modo per ottenerla: il grill. Ma come si usa? E qual è il simbolo grill del forno?

Che cos’è e come funziona il grill del forno?

La funzione grill del forno è ormai integrata in tutti i forni moderni. È presente anche nei forni a microonde. Si tratta di una resistenza posta nella parte superiore del forno che, se azionata, diventa incandescente e produce un calore molto forte vicino questa resistenza. Il calore va diminuendo man a mano che ci sia allontana da essa.
Alcuni tipi di forno possiedono anche il doppio grill, uno nella parte superiore e una in quella inferiore.
Gratinare i cibi significa cuocerli a temperature molto alte per pochissimo tempo. È ciò che devi fare per la lasagna oppure per colorare la superficie dell’arrosto. Solitamente, la cottura grill può avvenire anche a forno aperto visto che non bisogna mantenere una determinata temperatura. Inoltre, è consigliabile scegliere bene la giusta distanza tra la resistenza e la pietanza, così da evitare bruciature. È piuttosto semplice da usare, sia nella sua versione classica del forno, sia in quella del microonde.

Qual è il simbolo del grill del forno?

Per attivare il grill, devi accendere il pulsante che comanda questa funzione. Questo è contrassegnato dal simbolo grill forno, ovvero da un quadratino con tre triangolini rivolti verso il basso disegnati nella parte superiore del quadrilatero.

Ricordati di attivare questa funzione solo nella parte finale della cottura, altrimenti la pietanza ti rimarrà cruda all’interno e brucerà all’esterno.

Alcuni modelli, come l’Hotpoint-Ariston presentano dei pulsanti corredati da un disegno stilizzato dell’arrosto o dello spiedino. Usandoli, azionerai il programma automatico per l’arrosto che provvederà automaticamente alla cottura e alla grigliatura.

Il simbolo grill forno ventilato: ecco qual è

In molti forni, il simbolo grill del forno viene accompagnato da una ventola. Questo significa che è presente anche la possibilità di cucinare le pietanze usando il grill ventilato.

In casi simili, bisogna impostare la temperatura e il calore viene diffuso in tutto il forno tramite irraggiamento e convenzione. È una cottura che necessita una certa esperienza. Non puoi improvvisarti, ma devi conoscere bene la ricetta e il tuo forno. La buona riuscita della pietanza non dipende solo dalla temperatura impostata, ma anche dalla distanza tra la portata e il grill. Durante la cottura bisogna osservare per bene l’andamento della carne, così da permettere la rosolatura e non la bruciatura.

Nei forni Whirlpool potresti trovare un simbolo un po’ differente: un quadratino con dentro i triangolini rivolti verso il basso, la ventola e tra le ali della ventola delle frecce che indicano il verso in cui girano queste ali. Potresti trovare questo simbolo grill forno ventilato anche in un elettrodomestico marcato Ignis.

Al di là del simbolo grill del forno: i programmi specializzati

Su di un forno ci sono molti altri simboli che puoi trovare, oltre quello del grill.

Non riesci proprio a ricordare cosa indica quel simbolo e hai smarrito il libretto delle istruzioni? Siamo qui per questo: leggi la nostra guida!

Ci sono quelli standard che trovi in qualsiasi modello e che servono a programmare le due diverse cotture: quella statica e quella ventilata.

Sei curioso di scoprire le differenze tra forno statico e forno ventilato? Scopri qual è il migliore all'interno del nostro articolo.
  • il quadratino con dentro dei rettangolini posizionati nella parte superiore e/o inferiore serve per impostare la cottura a forno statico. È l’impostazione che devi usare quando devi cuocere un alimento in maniera delicata. In particolare, è consigliata la cottura statica per dolci, pizze, pane, focacce e pasta sfoglia.
  • il quadratino con dentro una ventola è il simbolo del forno ventilato. La cottura ventilata propaga il calore in maniera uniforme per tutto l’elettrodomestico. È l’ideale per dolci dal cuore morbido, pasta al forno, verdure ripiene, biscotti e arrosti.

Grazie allo sviluppo di molte e nuove tecnologie, i forni si stanno dotando di programmi sempre più moderni che in maniera automatica impostano il ciclo di cottura a seconda della pietanza che stai preparando.

Ecco alcuni esempi:

  • Il quadratino con dentro la pizza. Marche come la Hotpoint-Ariston e la Indesit possiedono questo programma per la cottura della pizza. Nei forni Whirlpool, invece, puoi trovare una P all’interno di una forma irregolare; si tratta di una funzione che ricrea nel tuo elettrodomestico lo stesso ambiente del forno a legna.
  • Il quadratino con dentro la torta (Hotpoint-Ariston), una pila di pancake (Indesit) o un cupcake (Ignis). Per cucinare un dolce che renderebbe fiero di te Iginio Massari, usa questo programma!
  • Il quadratino con dentro una coscia stilizzata. Questo è il programma da usare per la cottura di carni come maiale, vitello, manzo e agnello.

Queste impostazioni automatiche possono rivelarsi molto utili nel caso tu sia a digiuno di qualsiasi nozione sulla cucina. Tuttavia, dietro la semplicità possono nascondersi delle insidie che possono compromettere la buona riuscita del piatto. Ricorda che, trattandosi di programmi pre-impostati, non puoi personalizzare la cottura. I risultati non sono scontati.

Se il grill forno non funziona: un simbolo anche per quello?

Potrebbe sfortunatamente capitare di trovarsi di fronte a un forno che non solo non gratina più i cibi, ma non li cuoce neanche più bene.

Qualsiasi tipo di problema del grill solitamente è causato da un guasto alla resistenza elettrica. Dato che la serpentina del grill si trova proprio al livello della resistenza, qualsiasi malfunzionamento di quest’ultma compromette inevitabilmente il grill stesso.

Se ti capita una cosa del genere, non commettere l’errore di buttare il tuo vecchio forno e di comprarne uno nuovo. Spenderesti molto (un forno non costa di certo poco) e causeresti un danno ambientale di non poco conto, visto che si tratta di un rifiuto di difficile smaltimento.

Quello che puoi fare è affidarti a un tecnico specializzato nella riparazione del forno e chiedere a lui di sostituire il grill rotto con uno nuovo e funzionante. Riparando il tuo forno, gli dai modo di servirti per ancora alcuni anni, risparmiando tempo, soldi e anche Madre Natura.

Come si accende il grill del forno?

Come abbiamo già detto, l’unica cosa che tu devi fare per accendere il grill del fornoè cliccare sul pulsante con il simbolo corrispondente. Poi, imposta la temperatura al massimo o al minimo a seconda dello spessore della pietanza che stai cucinando.
Affinché la doratura non si trasformi in bruciatura, devi conoscere bene il tuo forno! Solo dopo che avrai acquisito un po’ di familiarità e di manualità, riuscirai a tirar fuori dei piatti squisiti e da mangiare con gli occhi.

Cosa si può cucinare con la funzione grill?

La funzione grill del forno tradizionale o del microonde è adatta a moltissimi tipi di cibi. È ottima per la pasta al forno, per la carne, per le torte salate, per le verdure e anche per le patate al forno light.

In generale, tutte quelle pietanze che hanno una crosticina sopra, prevedono l’uso della funzione grill. Tra l’altro, sapevi che è possibile gratinare anche in padella? Ebbene sì. Ovviamente, per farla venire bene con questa modalità ci vuole un po’ di pratica e di manualità. Vi basterà usare del pangrattato e del parmigiano in abbondanza da spolverare sulla pietanza in padella cotta. Dopo qualche minuto di ulteriore cottura, spegnete il fuoco e coprite la padella con un coperchio: dopo 5 minuti, troverete tutto sciolto e pronto per essere servito.

Con la funzione grill del forno a microonde e del forno tradizionale, invece, non dovrai fare altro che azionare il pulsante apposito. È la soluzione migliore nel caso tu non sia proprio un esperto dei fornelli. In questo caso, devi sapere che esistono due tipi di gratinatura:

  • la gratinatura finale da fare all’ultimo momento;
  • la gratinatura in cottura.

La prima (più spesso usata), si fa con i piatti già cotti e la si ottiene mettendo sulla pietanza pangrattato, formaggio grattugiato e tocchetti di burro da far sciogliere poi nel forno con la funzione grill attiva. La gratinatura in cottura, invece, si forma grazie al liquido di cottura dei cibi. Si realizza con alimenti come la besciamella, l’acqua, l’olio, la panna e le salse. 

A cosa serve il grill nel forno a microonde?

Il grill nel forno a microonde ha esattamente la stessa funzione che ha nel forno tradizionale. Oramai, i forni a microonde sono diventati utili non solo per scongelare o riscaldare, ma anche per cucinare. Ecco perché i modelli più moderni dispongono di diversi programmi che consentano di realizzare una cottura più simile possibile a quella del tradizionale forno, solo più veloce. Proprio a questo scopo è nato il forno a microonde combinatoche consente anche la cottura ventilata.
Quindi, il grill del microonde serve a gratinare le tue pietanze. Non è difficile capire come usare la funzione grill del microonde: basterà azionare il pulsante e regolare il timer o la temperatura (a seconda del tuo modello di apparecchio). Come riconoscere il pulsante? Ovviamente, tramite il simbolo corrispondente! Non puoi sbagliare: è simile a quello del forno tradizionale, quindi devi cercare tre triangolini rivolti verso il basso.