800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Pressostato della lavastoviglie: cos’è e come funziona

28 Aprile 2021

Blog Manutenzione Lavastoviglie Pressostato della lavastoviglie: cos’è e come funziona

Se dovessi nominare una delle componenti presenti in più elettrodomestici, cosa diresti? Probabilmente faresti riferimento al termostato che è comune ad apparecchi molto diversi tra di loro come lavatrici e frigoriferi, ad esempio. Ci sarebbe un altro strumento che potrebbe venirti in mente, meno scontato del primo, forse, perché meno conosciuto. Si tratta del pressostato. Questo sensore non è presente solo nella lavatrice, ma anche nella lavastoviglie.

È una componente non di poco conto e che potrebbe causare problemi abbastanza fastidiosi in caso di sua rottura. Ecco perché abbiamo pensato di dedicare un articolo al funzionamento del pressostato della lavastoviglie: così ne saprai di più e, in caso di problemi con il caricamento dell’acqua, saprai dove andare a guardare. Fermo restando che puoi sempre contare sull’intervento dei tecnici professionisti SulSicuro.

Cos’è il pressostato della lavastoviglie

Il pressostato della lavastoviglie è un sensore in grado di percepire la pressione dell’aria presente all’interno dell’elettrodomestico per consentire l’accesso dell’acqua al momento dell’inizio del ciclo. Fai attenzione perché abbiamo parlato di “aria”, non di “acqua”. Proprio come nel pressostato della lavatrice, anche nella lavastoviglie, questa componente si concentra sulla quantità di gas presente nell’apparecchio.

Il suo scopo non è regolare la pressione (per quello c’è il regolatore di pressione!), né misurarla (altrimenti, non avresti il manometro, il misuratore “ufficiale”). Il pressostato si limita a rilevare il livello della pressione per dare un input di start/stop alla componente che regola l’ingresso dell’acqua nella lavastoviglie.

Come funziona il pressostato della lavastoviglie

Come già accennato nel paragrafo precedente, il pressostato della lavastoviglie serve a regolare l’ingresso dell’acqua necessaria al ciclo di lavaggio. È costruito in maniera tale da “sentire” la pressione dell’aria presente nell’elettrodomestico. Se varia, significa che all’interno dell’elettrodomestico sta entrando acqua. Quando il livello di pressione è quello previsto dal programma impostato, il pressostato fa in modo di chiudere la bocchetta d’acqua.

Come è strutturato

Il pressostato della lavastoviglie ha piccole dimensioni e ha un’alimentazione da 220 V con attacco esterno. È ricoperto da una membrana che percepisce la pressione dell’aria e dell’acqua e che è responsabile dell’attivazione o dello spegnimento del circuito. Sono strumenti tarati in base ai programmi del modello della lavastoviglie da te acquistata.

Quando capita un guasto al pressostato della lavastoviglie

Se ti accorgi che le stoviglie da te inserite in lavastoviglie non sono poi così pulite alla fine del ciclo di lavaggio, vuol dire che c’è un problema al pressostato. Molto probabilmente, il sensore non riesce più a percepire il livello d’acqua all’interno dell’elettrodomestico e non permetterà all’apparecchio di introdurre la quantità di liquido necessaria alla corretta pulizia dei piatti, delle pentole, delle posate e dei bicchieri.

I modelli di lavastoviglie più avanzati dal punto di vista tecnologico hanno una scheda elettronica che segnala il guasto se non avverte il cambio di pressione. In questo caso, il lavaggio verrà interrotto e sarà meglio chiamare l’assistenza fuori garanzia così da capire insieme a uno specialista cosa fare.

C’è un altro modo in cui potresti accorgerti che qualcosa non va. Se, infatti, la lavastoviglie non carica acqua, il pressostato potrebbe essere il colpevole. Non funzionando bene, non consente l’ingresso dell’acqua e, di conseguenza, il lavaggio non ha inizio. In tutti i casi, il modo per risolvere il problema è la sostituzione del pressostato della lavastoviglie rotto.

Pressostato della lavatrice, ecco tutto quello che c'è da sapere: a cosa serve e come verificarne il funzionamento

Pressostato lavastoviglie Whirlpool o Indesit? SulSicuro pensa alla sostituzione

Per quanto il guasto di un elettrodomestico importante come la lavastoviglie sia gravoso, la rottura del pressostato non è tra le cose più gravi che possano capitare. Sostituire il pressostato della lavastoviglie non è un’operazione complicata. Inoltre, una volta compiuta, il tuo apparecchio tornerà come nuovo: non pensare neanche per un attimo di doverlo sostituire!

Puoi provare a cavartela da solo/a per la sostituzione del pressostato rotto, tuttavia se ti rivolgerai ai tecnici SulSicuro, potresti avere dei ricambi originali a seconda del modello della tua lavastoviglie. Se essa è targata Whirlpool, Indesit, Ignis, Hotpoint, Ariston o Bauknecht, ti garantiamo l’arrivo del pezzo specifico così non ci saranno problemi di eventuali incompatibilità non previsti. Trovare un pressostato lavastoviglie Hotpoint-Ariston o di qualsiasi altra marca, non è un problema per noi.

Una volta che avrai montato la parte nuova, devi provvedere alla regolazione del pressostato della lavastoviglie per impostare i parametri ottimali di funzionamento. È un’operazione delicata che sarebbe meglio lasciare nelle mani di un esperto.

Quanto costa la sostituzione del pressostato?

Puoi trovare molti modelli diversi di pressostato per lavastoviglie. A seconda della tipologia, varia anche il prezzo. Ovviamente, prima di effettuare l’acquisto devi controllare le caratteristiche tecniche del pezzo così da assicurarti che sia compatibile con il tuo elettrodomestico. In questo, un professionista può esserti molto utile perché conosce ciò di cui si parla.

Il prezzo medio di un pressostato per lavastoviglie si aggira intorno ai 70 euro.

Come capire se il pressostato della lavastoviglie funziona?

Se la tua lavastoviglie non dà problemi durante la fase di attività, non hai nulla di cui preoccuparti. Potresti capire che il pressostato non funziona più come dovrebbe quando ti rendi conto che l’elettrodomestico non carica più acqua. Altrimenti, sarà la stessa scheda elettronica a indicarti il guasto e a richiedere un tuo intervento.

A cosa serve il pressostato della lavastoviglie?

Il pressostato della lavastoviglie si occupa di rilevare la percezione del vuoto all’interno dell’elettrodomestico. Solo così potrà consentire l’ingresso della giusta quantità d’acqua per dare inizio al ciclo di lavaggio.

Dove si trova il pressostato della lavastoviglie?

A differenza del pressostato della lavatrice, quello della lavastoviglie non si trova nella parte superiore dell’elettrodomestico, ma in quella inferiore. Si tratta dell’unica differenza tra queste due componenti che sono simili dal punto di vista della struttura e del funzionamento.