800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Le migliori cappe da cucina 2022

17 Marzo 2021

Blog Manutenzione Cappa Cucina Le migliori cappe da cucina 2022

Spesso, per eliminare i cattivi odori dalla cucina, non è sufficiente solo aprire le finestre. Cambiare l’aria è utile, ma l’azione della cappa da cucina è, più che necessaria, fondamentale. D’inverno, soprattutto, se non si vuole raffreddare troppo la casa (aumentando così i consumi e la spesa dei climatizzatori), questo elettrodomestico si dimostra estremamente utile. D’altra parte, è lì apposta, meglio approfittarne!

Ma quali sono le migliori cappe da cucina del 2022? È veramente necessario avere l’elettrodomestico di un determinato marchio per avere dei risultati soddisfacenti? Quali sono le caratteristiche a cui devi fare attenzione quando compri una cappa da cucina? A queste domande proviamo a rispondere in questo articolo, quindi: cerca una posizione comoda e preparati a entrare nel mondo delle cappe da cucina e a scoprirne i dettagli.

Le migliori cappe da cucina: cappa aspirante o filtrante?

Innanzitutto, è importante sapere che le cappe da cucina non sono tutte uguali, ma si distinguono per il loro funzionamento in cappe aspiranti e cappe filtranti. L’aspirante è quella che più frequentemente troviamo nelle case e quella che immaginiamo quando si parla di cappa: il classico tubo inserito all’interno della canna fumaria. Questa cappa ha una buona capacità di aspirazione, migliore rispetto alla filtrante, e per svolgere il suo lavoro si serve di un ventilatore elettrico posizionato sopra il piano cottura. L’aria raccolta viene purificata attraverso dei filtri e poi portata verso l’esterno grazie al tubo della cappa da cucina.

La cappa filtrante, invece, essendo sprovvista di tubi, non butta l’aria fuori dalla casa, ma la purifica e la rimette in circolo. La pulizia dell’aria sporca avviene grazie ai filtri ai carboni attivi presenti all’interno dell’elettrodomestico. È molto più semplice da installare di una cappa aspirante visto che non richiede la presenza di una canna fumaria, né l’installazione di motori lontani. Nel caso tu non abbia abbastanza spazio per il tubo della cappa, non ti resta altra scelta. Inoltre, se sei particolarmente attento all’estetica, sappi che con la cappa filtrante ci sono tantissimi modelli che puoi combinare sotto i pensili o che puoi usare nel caso in cui tu abbia una cucina a isola.

Le caratteristiche da valutare per scegliere le cappe da cucina

Al di là del modello e della marca che intendi acquistare (ognuno dei quali avrà i suoi punti di forza e di debolezza, chi più e chi meno) ci sono delle caratteristiche a cui potresti fare attenzione prima di concludere il tuo acquisto. Le migliori cappe da cucina sono quelle che rispondono in maniera positiva a determinate caratteristiche.

Ci sono alcuni modelli più avanzati dal punto di vista tecnologico che agevolano di molto il tuo comfort domestico. Altre caratteristiche, invece, come la dimensione o il fattore estetico, vanno scelte in maniera soggettiva considerando anche lo spazio che hai nella tua stanza. La tua cucina è a isola, con piano cottura angolare o lineare? È importante per capire se devi andare alla ricerca di una cappa orizzontale o verticale e se il colore è importante o meno.

Le tue abitudini culinarie sono importanti per capire quali tipi di filtri o quale potenza deve avere la cappa da acquistare. Se cucini spesso cibi fritti o speziati è chiaro che avrai bisogno di un elettrodomestico con una buona capacità di filtraggio. Inoltre, più spesso prepari pietanze dagli odori forti, più userai la cappa; di conseguenza, dovresti orientarti per un modello dalle buone caratteristiche tecniche in grado di garantire una maggiore resistenza. Vediamo più nel dettaglio tutte queste caratteristiche.

Le dimensioni

La cappa da cucina deve essere larga tanto quanto il piano cottura. Può essere più grande, ma mai più piccola. Questa regola non si applica quando acquisti un piano cottura con cappa da cucina integrata. In questi casi, anche se la cappa è più piccola, avrà comunque una potenza tale da svolgere al meglio la sua funzione. Le cappe da cucina tradizionalmente partono da un minimo di 60 centimetri fino ad arrivare a un massimo di 120. Se cucini molto spesso, ti conviene prendere un modello largo. Per quanto riguarda l’altezza, invece, dipende dalla lunghezza del condotto di aspirazione dei fumi.

La potenza aspirante

La capacità di aspirazione di una cappa rappresenta la quantità d’aria che l’apparecchio è in grado di aspirare ed espellere o filtrare in un’ora. Tale quantità si esprime in metri cubi/ora (mc/h). La potenza deve essere proporzionata alla grandezza della stanza in modo che la cappa garantisca un ricambio d’aria di circa 6/8 volte il volume dell’ambiente. La portata della cappa deve essere almeno di 400 mc/h. Assicurati che l’apparecchio che desideri acquistare abbia questo requisito, altrimenti rischi che non risulti adeguata alla funzione. In alcuni casi, potrebbe essere anche non rispondere ai requisiti della legge 46/90 che richiede un sistema di aspirazione adeguato a seconda del piano cottura. Considera bene quanto usi questo elettrodomestico e poi regolati di conseguenza per decidere quale potenza fa al caso tuo.

Filtraggio

Tutte le cappe da cucina hanno un numero variabile di filtri. Sono due i tipi di filtri sempre presenti: quelli anti-grasso e quelli anti-odori ai carboni attivi. I primi sono lavabili, devono essere sostituiti periodicamente e hanno il compito di impedire alle particelle di grasso di accumularsi nel condotto di aspirazione. I filtri ai carboni attivi, invece, catturano i cattivi odori della cottura. La cura per i filtri deve avvenire sempre, ma a maggior ragione se opti per una cappa filtrante. Devi badare alla manutenzione dei filtri, almeno una volta ogni 4 o 5 mesi. Ci sono alcuni apparecchi che ti segnalano quando il filtro anti-grasso necessita di essere sostituito.

Classe energetica

Una buona cappa da cucina risparmia energia, proprio come tutti i migliori elettrodomestici in commercio. Meno risorse consuma, più la cappa può definirsi amica dell’ambiente, ma anche dei tuoi risparmi. Per sapere quanto consumerà annualmente il tuo apparecchio, puoi far riferimento al valore calcolato dall’azienda di produzione presente sull’etichetta. Oppure puoi fare riferimento alla classe energetica di appartenenza. Come tutti gli elettrodomestici, anche le cappe sono contrassegnate da una lettera dell’alfabeto che ne indica la capacità di risparmiare energia. La lettera A rappresenta il massimo livello di efficienza energetica mentre la G il peggiore. I livelli intermedi vanno a scalare.

Ti potrà capitare, per alcuni modelli, di trovare due lettere: una fa riferimento a quanto abbiamo detto, mentre l’altro indica il risparmio energetico delle lampadine predisposte all’illuminazione. Se un apparecchio usa i faretti a LED, risparmierà una notevole quantità di energia.

Rumorosità

Se ti chiedessero qual è un elettrodomestico poco rumoroso, di certo non ti verrebbe subito in mente la cappa da cucina. La rumorosità dell’elettrodomestico dipende dalla sua ventola che, quando entra in azione, si fa sentire. La tecnologia ha lavorato molto per cercare di ridurre al minimo i suoni prodotti dall’elettrodomestico quando è in funzione. Oggi ci sono alcuni modelli che potremmo definire “silenziosi”. Sono quelli che non superano la soglia dei 55 decibel. Alcuni arrivano addirittura a 40! Questo ti consentirà di tenere acceso l’apparecchio mentre guardi la televisione o ascolti un messaggio vocale.

Sicurezza

Le cappe in commercio devono rispettare le norme di sicurezza vigenti. Controlla sempre che l’elettrodomestico da te scelto abbia tutti i sigilli di garanzia richiesti dalla legge. Ricordati che il montaggio della cappa deve essere fatta da un idraulico professionista. Il fai-da-te non è previsto in quanto solo un tecnico saprà come eseguire le operazioni in modo efficace, a norma di legge e sicuro. Quando la cappa da cucina si romperà e sarà uscita fuori garanzia, allora puoi chiamare il tecnico SulSicuro.

Molti si chiedono se il tecnico che monta l'elettrodomestico sia anche quello che lo ripara: ecco come comportarsi se la garanzia è scaduta!

Design

Le cappe aspiranti o filtranti possono essere di diverso tipo: esistono cappe ad isola, cappe a incasso o a scomparsa, cappe a parete e quelle estraibili. Ci sono molti modelli che puntano su un design tradizionale, altri ancora che giocano con forme, colori e materiali. Tra tutte queste possibilità, la tua scelta deve necessariamente basarsi sul tipo di cucina che hai. Tieni conto che optional ed estetica incidono molto sui costi.

Dal punto di vista del design, alcune delle migliori cappe da cucina sono firmate da KitchenAid, Indesit, Ignis e Bauknecht.

Tecnologie

Alcune cappe da cucina possiedono tecnologie all’avanguardia che migliorano di molto la loro prestazione. Le funzioni dipendono dal marchio produttore. La Whirlpool, ad esempio, ha realizzato alcune delle migliori cappe aspiranti in circolazione sul mercato e le ha dotate di tecnologie molto utili, quali:

  • la Whirlpool CookSense: grazie al sensore 6° SENSO, la cappa è in grado di rilevare automaticamente vapore, particelle di grasso e cattivi odori riconoscendo il tipo di cottura. L’elettrodomestico è in grado di regolare potenza e velocità di aspirazione di conseguenza.
  • La Whirlpool AirSense: lavora per creare in cucina un’atmosfera salubre. Viene rilevato qualsiasi tipo di cattivo odore, comprese le emanazioni dei detergenti e il fumo di sigaretta e l’aspirazione si attiva automaticamente.
  • La Whirlpool OdourZero: il nuovo filtro brevettato dalla Whirlpool cattura il 98,9% degli odori sfruttando al massimo l’azione dei carboni attivi. Questo filtro si posiziona nella parte superiore della canna fumaria e ha una durata di circa 5 anni.
  • La Whirlpool LightSense: tre intensità d’illuminazione tra le quali puoi scegliere a seconda di cosa stai facendo.

Tra i marchi più rinomati per la produzione di cappe da cucine c’è anche la Hotpoint che ha dotato i suoi apparecchi di sistema Booster così da portare la ventola interna al massimo della potenza. Alcune cappe Hotpoint possiedono anche la tecnologia Dual Filter, che permette all’elettrodomestico di raddoppiare le prestazioni di filtraggio.


I migliori modelli di cappa da cucina del 2022

Una volta che si hanno le idee più chiare su quali caratteristiche andare a guardare prima di scegliere la cappa da cucina, andiamo alla scoperta di alcuni dei migliori elettrodomestici dell’anno, secondo SulSicuro.

Le migliori cappe a parete: due modelli firmati Whirlpool e Hotpoint

L’elettrodomestico Whirlpool AKR 808/1 IX ha un design innovativo tanto quanto il suo funzionamento. Si tratta di una cappa a parete di larghezza compresa tra i 60 e i 90 cm. Questa cappa può essere utilizzata sia in modalità aspirante che filtrante. I filtri anti grasso sono lavabili in lavastoviglie e riescono ad aspirare ancora di più grazie alla possibilità di impostare tre velocità di funzionamento. Inoltre, l’aspirazione avviene ai bordi della superficie della cappa, incrementandone la performance. L’illuminazione è dotata di ben due luci al Led ed è presente un pulsante touch che ti dà accesso a tutte le funzioni della cappa.
La classe energetica è la C.

Se aspiri a un apparecchio migliore dal punto di vista energetico, devi guardare il modello Hotpoint HHBS 9.8C LTD K. Questa cappa a parete compresa tra i 60 e i 90 cm di larghezza appartiene alla classe energetica A. Ha un’eccezionale capacità aspirante grazie alla presenza della tecnologia Booster e Dual Filter. I programmi possono essere facilmente azionati tramite lo schermo touch e sono presenti lampade a Led. È molto silenziosa e il suo design notevole.

Una delle migliori cappe a isola: l’offerta KitchenAid

Nel caso tu abbia una cucina con l’isola, la cappa giusta per te è la KEIPP 12020 di 120 cm della KitchenAid. Questo elettrodomestico a forma di T è realizzato in acciaio inox, è semplice da pulire (vale anche per i filtri) e offre una potenza di aspirazione fino a 779 metri cubici all’ora. L’illuminazione a Led è molto funzionale e duratura. La classe energetica è ottima, dal momento che parliamo di un elettrodomestico di fascia A.

Un altro prodotto notevole firmato da KitchenAid è la cappa estraibile Downdraft KEBDS 90020 di 90 cm da posizionare accanto al piano cottura, non sopra di esso. Possiede comandi touch, un’illuminazione a Led blu e filtri lavabili. È semplice da pulire e molto potente dal punto di vista dell’aspirazione.

Modelli tradizionali ed efficienti: Indesit e Ignis

Un modello conveniente dal punto di vista del rapporto qualità prezzo è quello offerto dalla Indesit. Si tratta della cappa a parete 869991552460 di 60 cm, facilmente riconoscibile per la tipica struttura a camino. La potenza aspirante è buona proprio come la silenziosità. Ha le luci a Led e filtri anti grasso facili da lavare in lavastoviglie. La classe energetica è la B.

La Ignis, invece, ha realizzato una comoda cappa a parete sottopensile: la NSL 65F H2G. Questo elettrodomestico offre 3 livelli di velocità, comandi slider e una buona capacità di aspirazione.

La cappa a muro Bauknecht

Un’altra cappa a muro che ci sentiamo di considerare tra le migliori dell’anno è la DBHBS 93 LL di Bauknecht, di larghezza compresa tra i 60 e i 90 cm. È possibile scegliere tra la modalità aspirante e quella filtrante. La classe energetica è la B ed è provvista di illuminazione a Led. È molto silenziosa grazie alla tecnologia DeepSilence e possiede la funzione Ecobooster che velocizza l’aspirazione ottimizzando i consumi. Dal punto di vista ambientale, questo elettrodomestico è davvero consigliato.

La riparazione delle migliori cappe da cucina

Ricordati che, per qualsiasi guasto o malfunzionamento della tua cappa da cucina, puoi rivolgerti ai tecnici certificati SulSicuro, riparatori esperti che assicurano interventi tempestivi. La migliore assistenza fuori garanzia per le migliori cappe da cucina!