800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Le migliori cappe da cucina 2020

28 Aprile 2020

Blog Manutenzione Cappa Cucina Le migliori cappe da cucina 2020

Spesso, per cacciare dalla cucina i cattivi odori non è sufficiente solo aprire le finestre. Cambiare l’aria è utile, ma potrebbe esserlo anche servirti della cappa da cucina. D’altra parte, è lì apposta!

Ma quali sono le migliori cappe da cucina del 2020? È veramente necessario avere l’elettrodomestico di una determinata marca per avere dei risultati soddisfacenti? Quali sono le caratteristiche a cui devi fare attenzione quando compri una cappa da cucina?

A queste domande proviamo a rispondere in questo articolo, quindi: mettiti comodo e preparati a entrare nel mondo delle cappe da cucina.

Le migliori cappe cucina: cappa aspirante o filtrante?

Innanzitutto, è importante sapere che esistono due tipi di cappe diverse per il funzionamento dell’elettrodomestico: la cappa aspirante e la cappa filtrante.

La prima è quella che più facilmente troverai nelle case ed è la classica cappa con il tubo solitamente inserito all’interno della canna fumaria. Questa cappa ha una buona capacità di aspirazione (migliore, rispetto alla filtrante) e, per farlo, si serve di un ventilatore elettrico posizionato sopra il piano cottura. L’aria raccolta viene purificata attraverso dei filtri e poi portata verso l’esterno grazie al tubo della cappa da cucina.

La cappa filtrante, invece, essendo sprovvista di tubi non butta l’aria fuori dalla casa, ma la purifica e la rimette in circolo. La pulizia dell’aria sporca avviene grazie ai filtri ai carboni attivi presenti all’interno dell’elettrodomestico. È molto più semplice da installare di una cappa aspirante visto che non richiede la presenza di una canna fumaria, né l’installazione di motori lontani. Nel caso tu non abbia abbastanza spazio per il tubo della cappa, non ti resta altra scelta. Inoltre, se sei particolarmente attento all’estetica, sappi che con la cappa filtrante ci sono tantissimi modelli che puoi combinare sotto i pensili o che puoi usare nel caso in cui tu abbia una cucina a isola. 

Le migliori cappe per cucina: quali sono le caratteristiche da tenere d’occhio

Al di là del modello e della marca che tu intendi acquistare (ognuno dei quali avrà i suoi punti di forza e di debolezza – chi più, chi meno), ci sono delle caratteristiche a cui potresti badare prima di concludere il tuo acquisto. Le migliori cappe da cucina sono quelle che rispondono in maniera positiva a determinate caratteristiche.

Considerare lo spazio verticale e orizzontale che hai a disposizione e il tipo di cucina che hai a casa (a isola, con piano cottura angolare, lineare?). Poi, ovviamente, c’è il discorso legato alle abitudini culinarie della tua famiglia: chiediti quanto cucini fritti, quanto speziato, quante volte al giorno e per quante persone… sono tutti aspetti che determinano un uso più o meno intensivo della cappa da cucina. E non dimentichiamo i fattori estetici!

I criteri a cui devi fare particolare attenzione sono i seguenti:

  • dimensioni: la cappa da cucina deve essere larga tanto quanto il piano cottura. Può essere più grande, ma mai più piccola. Le cappe da cucina tradizionalmente partono da un minimo di 60 cm fino ad arrivare a un massimo di 120. Se cucini molto spesso, ti conviene prendere un modello largo. Per quanto riguarda l’altezza, invece, dipende dalla lunghezza del condotto di aspirazione dei fumi; 
  • potenza e velocità dell’aspirazione: la capacità di aspirazione di una cappa rappresenta la quantità d’aria che l’apparecchio è in grado di aspirare ed espellere/filtrare in un’ora. Tale quantità si esprime in metri cubi/ora (mc/h). Una buona cappa da cucina dovrebbe aspirare almeno 400 mc/h, garantendo un ricambio di aria pari ad almeno sei volte il volume della stanza;
  • Filtraggio: tutte le cappe da cucina hanno un numero variabile di filtri. Sono due i tipi di filtri sempre presenti: quelli anti-grasso e quelli anti-odori ai carboni attivi. I primi sono lavabili, devono essere sostituiti periodicamente e hanno il compito di impedire alle particelle di grasso di accumularsi nel condotto di aspirazione; i filtri ai carboni attivi, invece, catturano i cattivi odori della cottura. L’etichetta di ciascuna cappa da cucina indica la classe di efficienza di filtraggio con un valore espresso dalla A alla G;
  • materiali usati per la realizzazione: le migliori cappe da cucina sono formata dall’acciaio inox o dal vetro temperato, ovvero materiali facili da pulire e resistenti anche alle alte temperature;
  • tipologia: esistono diversi tipi di cappa da cucina: la cappa ad isola, la cappa a incasso o a scomparsa, la cappa a parete o quella estraibile. Tra tutte queste possibilità, la tua scelta deve necessariamente basarsi sul tipo di cucina che hai;
  • funzionalità: s’intende la facilità con la quale si può pulire e usare una cappa da cucina. Per essere classificabile come “funzionale”, una cappa deve avere i filtri facili da estrarre e da pulire. Un altro elemento determinante è l’illuminazione; nelle cappe da cucina moderne sono usate le luci a led che illuminano meglio e con minore dispendio di energia. Bisogna poi verificare la presenza dei comandi più o meno specifici che semplificano l’uso dell’elettrodomestico;
  • silenziosità: la capacità di una cappa da cucina di svolgere il suo compito senza fare troppo rumore è sicuramente notevole. Per essere considerate silenziose, le cappe non dovrebbero mai superare la soglia dei 55 decibel. 

Cappa a parete Whirlpool

Se sei alla ricerca di una buona cappa da cucina, ecco alcuni modelli di alcune delle più rinomate marche di elettrodomestici. Tra questi consigli, ci sono le migliori cappe da cucina del 2020!

Per iniziare, dai ai un’occhiata al modello WHGC 93 FL MX della Whirlpool

Subito dovresti notare il design innovativo e moderno che garantirà alla tua cucina una certa eleganza. Si tratta di una cappa aspirante da incasso con filtri antigrasso in alluminio lavabili in lavastoviglie. L’illuminazione si serve della tecnologia led e l’aspirazione può arrivare a una potenza di 630 mc/h. La classe energetica di appartenenza è la B, mentre la rumorosità si aggira tra i 52 e i 71 decibel a seconda della potenza impostata. 

Cappa a parete Hotpoint 

Se sei alla ricerca di una cappa dal design più particolare e meno vista, prova il modello Hotpoint HHVS 8.7F LT K – F095206. A installazione verticale, questa cappa è larga 80 cm e assicura un’eccezionale capacità d’aspirazione grazie alla funzione Booster che, in pochi istanti, aspira via odori e fumi. I comandi sono touch e le lampadine sono a led. La classe energetica di appartenenza dell’apparecchio è la A, tra le migliori possibili. 

Cappe da cucina della Indesit: qualche consiglio

La Indesit produce modelli di cappe da cucina a parete tradizionali, ma estremamente funzionali e silenziose. Un esempio? Il modello IHPC 6.5 LM X. Appartenente alla classe energetica B, ha comandi che permettono di regolare il flusso d’aria e, quindi, la potenza dell’aspirazione che va da un minimo di 256 mc/h a un massimo di 603 mc/h. La struttura è compatta e il suo colore metallizzato la rende adatta a qualsiasi tipo di ambiente. 

Cappa decorativa a parete della Ignis

Nel caso in cui tu abbia bisogno di una cappa più piccola e decorativa, il modello Ignis NSL 65F H2G può fare per te. La classe energetica di questa cappa è abbastanza bassa (D), così come la sua potenza di aspirazione (da 110 mc/h a 272 mc/h), ma ha comandi semplici con slider e ben 2 filtri anti-odore. 

Cappa a isola della KitchenAid

Ti serve una cappa a isola molto larga? Da 120 cm? La risposta è: KitchenAid KEIPP 12020.

La cappa, elegantissima a forma di T, è realizzata in acciaio inox molto semplice da pulire. Appartiene alla classe energetica A, quindi a lungo andare garantirà un grande risparmio economico ed energetico grazie anche all’uso di 4 luci a led. Ha una larghezza molto ampia e una potenza d’aspirazione che arriva fino a 779 mc/h. La rumorosità è leggermente sopra il limite consentito, ma si tratta anche di una cappa da cucina molto grande. 

Cappa a muro filtrante Baucknecht

Hai optato per una cucina total black seguendo qualche moda e tendenza e ora hai paura che non ci sia una cappa in tono? Non ti preoccupare: c’è il modello DBHBS 92C LTD K della Bauknecht. Nonostante l’aspetto, si tratta di una cappa filtrante con tantissimi comandi utili. I tasti sono a sensore ed è presente un display che dà informazioni sulla velocità d’aspirazione impostata (che oscilla tra i 432 2 i 713 mc/h) e sulla saturazione del filtro per i grassi. Quando il livello ha raggiunto il suo massimo, ti conviene toglierlo e lavarlo in lavastoviglie. 

Riparazione delle migliori cappe da cucina

Ricordati che per qualsiasi danno capitato alla tua cappa da cucina, puoi rivolgerti ai tecnici certificati SulSicuro. La migliore assistenza fuori garanzia per le migliori cappe da cucina!