800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Frigoriferi da esterno colorati: l’arte tech

5 Novembre 2019

Fondamentale per la vita della tua cucina è il frigorifero. Indispensabile per garantire la conservazione dei cibi, è diventato anche un vero e proprio oggetto di arredamento, soprattutto se ne hai bisogno in contesti diversi da quelli soliti. Se hai un angolo cottura all’esterno dell’appartamento o magari un magazzino che usi come dispensa alimentare o semplicemente se hai voglia di concederti una cucina più moderna, puoi andare a cercare un frigorifero dal design più particolare e… colorato!

Frigoriferi moderni colorati per la tua cucina

La tecnologia si impegna affinché il frigorifero garantisca alte prestazioni e diventi sempre più performante. Ad esempio, i frigoriferi moderni sono tutti dotati del programma No Frost che impedisce la formazione di ghiaccio operando una sbrinatura periodica grazie a un sistema di ventilazione interna. In questo modo, gli alimenti possono essere conservati più a lungo, meglio e senza il pericolo di muffe.

Le innovazioni tecnologiche portano anche alla produzione di frigoriferi che puntano al risparmio energetico appartenenti alla classe A+++.

Ma non è solo la tecnologia che si occupa di migliorare questo elettrodomestico. Chi si occupa di design lavora spesso sul frigorifero per cercare di capire come sfruttare la sua forma di parallelepipedo per creare nuovi look di arredamento. Ed ecco che sono nati apparecchi che si prestano ad applicazioni decorative e ad assumere diverse colorazioni che animano l’ambiente della cucina e lo rendono unico e originale.

I frigoriferi colorati e quelli “a lavagna”

Ci sono diversi modelli di diverse marche di elettrodomestici che hanno colori diversi da quelli soliti, ovvero nero, bianco e grigio. C’è chi si mantiene su toni neutri come il crema, adatti a vari tipi di arredamento coma Whirlpool o Hotpoint, e chi osa un po’ di più proponendo colori più accesi come il rosso, il giallo o addirittura l’arancione. Se ti piace l’idea di usare per la tua cucina una tinta decisa e d’impatto, dovresti guardare il catalogo di KitchenAid che presenta diverse soluzioni del genere.

Sei un/a creativo/a che non si accontenta di un solo colore ma vorrebbe ogni giorno un frigorifero diverso? Ti sorprenderà, ma c’è una soluzione che non include uso di calamite. Il frigorifero Graffiti a libera installazione della Indesit ha una particolare finitura esterna che funziona come una lavagna. Sulla base bianca puoi scrivere, disegnare, colorare a tuo piacimento. Ogni mese potresti scrivere sopra una frase motivazionale da leggere ogni giorno per ricaricare le energie. Oppure, se ci sono bambini in casa, potrai farli disegnare sul frigorifero, evitando che lo facciano su altri mobili. In questo modo non devi neanche comprare le calamite per appendere i disegni al frigorifero perché già ci sono.

Frigorifero vecchio? Non buttarlo, dipingilo!

Può capitare a tutti di stancarsi di vedere la stessa tonalità in cucina. Oppure di cambiare casa e di aver bisogno del frigorifero in un rustico o in giardino. In questi casi, perché pensare di acquistare un altro frigorifero e di buttare il vecchio? Non sarebbe di certo una scelta economica, né tanto meno ecologica. Invece, potrebbe essere una buona idea prendere il tuo frigorifero storico e dipingerlo! Non ti serve un pittore, né nessun altro professionista. Puoi farlo tu con la tua fantasia e la tua buona volontà.

Ci sono diversi strumenti che ti permettono di dipingere un elettrodomestico:

  • lo spray;
  • uno smalto specifico per elettrodomestici;
  • prodotti bicomponente.

Lo smalto è il prodotto che garantisce un miglior risultato finale, ma solitamente è disponibile in poche varietà di colore. Sono più variegati, invece, i prodotti bicomponente, anche se lì dovrai essere tu a mescolare insieme colore e attivatore. Il risultato finale, però, è sicuramente pari a quello dello smalto.

Qualsiasi sia il prodotto da voi scelto, prima di passare la pittura, proteggete le maniglie con della carta adesiva e tutto ciò che sta intorno al luogo dove svolgerete l’operazione. Con smalto o bicomponente dovete usare un pennello a rullo e fare una prima stesura dall’alto al basso. La seconda passata, invece, dovrai farla in orizzontale da sinistra verso destra. Per i punti più stretti, usa un rullo più piccolo.

Pellicole adesive per rivestire il frigorifero

Al posto della pittura, puoi comprare delle pellicole adesive per rivestire il frigorifero. In commercio ce ne sono tante adatte anche alle diverse misure dei modelli di frigorifero. Anche in questo caso, puoi far da te tutto il lavoro, ma sappi che serve molta pazienza e una buona tolleranza al caldo. Infatti, queste pellicole sono più facili da stendere in presenza di calore.

Pitturare sì, aggiustare no! Cosa fare quando il frigo si rompe

Il fai da te è sempre allettante, soprattutto quando si parla di risparmiare. Ma non sempre può considerarsi una buona idea. Ci sono dei campi in cui è meglio lasciar fare agli esperti. Ad esempio, quando parliamo della riparazione di un elettrodomestico fuori garanzia.

La causa è davvero una banalità e basta qualche accorgimento o un po’ di manutenzione ordinaria per dare nuova vita al frigorifero che non raffredda più.

La rottura del frigorifero può essere una bella scocciatura. Lo è ancora di più se hai scelto di completare l’arredamento della tua cucina con un frigorifero colorato o se hai dedicato molto tempo alla realizzazione del tuo frigorifero personalizzato. Proprio per questi motivi, l’idea di buttarlo via dovrebbe essere l’ultima a venirti in mente! Dovresti cercare di far di tutto per aggiustare il guasto, ma non agendo d’impulso o provando a caso la soluzione che ti sembra migliore.

Puoi chiamare un tecnico specializzato e chiedergli di verificare l’entità del danno e di proporti i modi più convenienti e veloci per ripararlo. Non devi pensare che sia una scelta poco conveniente, perché non lo è. Spendere dei soldi per la riparazione non è più costoso del comprare un nuovo apparecchio. Il problema può essere molto semplice da risolvere, più di quello che pensi. Ma se non ti fidi di un occhio esperto, potresti non saperlo mai.

Metti anche in conto il “costo ecologico”. Produrre nuovi elettrodomestici così come smaltire quelli vecchi sono operazioni che comportano spreco di energie e inquinamento. Cercare di limitare lo sfruttamento di risorse naturale e conservare quanto più possibile ciò che acquistiamo è un impegno civile che non possiamo più ignorare.