800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Piccola guida sul forno a incasso

31 Marzo 2020

Blog Manutenzione Forno Piccola guida sul forno a incasso

Nella maggior parte delle cucine troviamo un forno a incasso

Se si parla di elettrodomestici non è raro vedere la dicitura “a incasso” che potrebbe generare qualche perplessità per i meno esperti. Ecco perché prima di parlare delle caratteristiche del forno a incasso e di quali siano i migliori modelli in commercio, sarà opportuno chiarire alcune definizioni.

Un elettrodomestico a libera installazione è un apparecchio indipendente che può essere posizionato negli ambienti da solo. Solitamente si tratta di macchinari che hanno un loro design che deve armonizzarsi con l’arredamento del resto della stanza. Un elettrodomestico a incasso, invece, può essere posizionato all’interno di un mobile e, di conseguenza, non ha un aspetto particolarmente ricercato perché si nascondono alla vista.

In cucina, ci sono diversi elettrodomestici a incasso, come la lavastoviglie, il piano cottura e il forno che può essere posizionato o a colonna o sotto il piano cottura. 

Forno a incasso: quali tipologie esistono?

Se stai pensando di comprare un forno a incasso, ci sono due tipologie tra le quali puoi scegliere: il forno elettrico e quello a gas. Nel caso tu volessi optare per un forno freestanding, non hai opzioni, puoi solo comprare un forno elettrico. 

La differenza principale riguarda il modo in cui l’apparecchio genera e mantiene il calore. Da questo fattore dipendono le disparità che riguardano i consumi, i programmi e il costo. 

Forno a gas da incasso: buoni consumi, ma poca varietà di programmi

Il forno a gas da incasso funziona grazie a un bruciatore, solitamente collocato nella parte bassa dell’elettrodomestico, che diffonde il calore in maniera uniforme. Una volta raggiunta la temperatura impostata essa rimane costante per tutto il tempo in cui le pietanze cuociono e questo garantisce dei consumi molto ridotti

Hai poca scelta per i programmi di cottura. Qualche modello di forno a gas da incasso ha l’opzione grill e della cottura a legna che permettono alcune preparazioni più particolari, ma generalmente non è molto stimolante per chi in cucina vuole sbizzarrirsi. 

Il prezzo di un forno a gas da incasso si aggira intorno ai 350-400 euro.

Forno elettrico da incasso: programmi e facilità d’uso, ma consumi elevati

Il forno elettrico a incasso o a libera installazione ha due resistenze poste nella parte superiore e inferiore dell’elettrodomestico. Grazie alla corrente elettrica, queste resistenze si surriscaldano e cuociono i cibi in maniera uniforme. 

La cottura di un forno elettrico può essere statica o ventilata: dipende della pietanza da cuocere. Se ami cucinare carne e pesce, ti serve il forno da incasso ventilato, mentre per i dolci è necessaria una cottura statica.

Sei curioso di scoprire le differenze tra forno statico e forno ventilato? Scopri qual è il migliore all'interno del nostro articolo.

Il forno elettrico a incasso è più moderno e più diffuso nelle case italiane. Il numero di programmi che mette a disposizione dipende dal modello che si decide di acquistare. Più è recente e più opzioni avrà. È chiaro che, a seconda delle funzioni dipende anche il prezzo. 

Per le sue caratteristiche è il tipo di forno a incasso che viene generalmente consigliato, anche se i suoi consumi sono nettamente superiori rispetto a quelli del forno a gas da incasso.

Tutte le dimensioni: forno da incasso 90 cm, 60 cm e 45 cm

In commercio puoi trovare modelli di forno di dimensioni diverse. Quelle standard più comuni sono quelli con poco meno di 60 cm di larghezza per i forni elettrici. Ce ne sono anche di più piccoli (45 cm) e di più grandi (90 cm). La profondità e l’altezza variano in base al modello. La prima può andare dai 45 cm ai 55, mentre la seconda parte da un minimo di 40 fino a un massimo di 60. 

La scelta delle dimensioni, ovviamente, dipende dall’uso che farai del tuo elettrodomestico. 

Forno da incasso autopulente: esiste?

La maggior parte dei forni deve ancora essere pulita manualmente. Ma ci sono degli elettrodomestici che sono programmati per pulirsi da soli. 

Il forno da incasso autopulente può appartenere a due categorie: il forno pirolitico o catalitico. Il primo attiva il ciclo di pulizia tramite un apposito pulsante che alza la temperatura fino a farle raggiungere i 400/500 gradi. Il grasso e lo sporco si sciolgono. Una volta finito il ciclo, si può passare un panno umido dentro l’apparecchio. Il forno catalitico, invece, ha delle pareti strutturate in maniera tale da non consentire al grasso di attaccarsi. Sono molto costosi e ogni 2-3 anni bisogna sostituire le pareti. 

Il miglior forno da incasso Ariston 

Sei alla ricerca di un buon forno a incasso? Allora potresti scegliere come marca la Ariston che dal 1960 propone al mercato elettrodomestici innovativi e dal design molto curato. È una delle marche che ha più sperimentato nella ricerca tecnologica proponendo già alla fine del XX secolo apparecchi connessi a internet. Nel 2007 nasce il marchio Hotpoint-Ariston che si occupa molto di prodotti da cucina.

Tra i migliori forni a incasso di questo periodo ci sono i due modelli che indichiamo:

  • Hotpoint-Ariston EHS53IXHA. Appartenente alla classe energetica A e con una capacità di 59 litri, questo forno consuma poca energia e ha una potenza pari a 2250 W. Ci sono 5 programmi preimpostati che velocizzano la realizzazione di alcuni piatti impostando automaticamente temperatura e durata. 
  • Hotpoint-Ariston FHR G (AN)/HA S. È considerato il miglior forno da incasso Ariston per le sue prestazioni, ecco perché è abbastanza costoso. Appartiene alla classe A+, quindi è molto conveniente in termini di consumi. Ha un colore antracite molto elegante e fine.

Cosa fare se il forno a incasso si rompe?

Potresti notare un malfunzionamento nel tuo forno a incasso uscito fuori di garanziaNon ti resta altro da fare che… chiamare un tecnico certificato nella riparazione del forno

Non pensare neanche per un momento di buttare via il tuo elettrodomestico prima di averlo fatto guardare da un occhio esperto. Spesso si tende a creare rifiuti speciali con troppa leggerezza, pensando di spendere di più per la riparazione. Non è così. Comprare un nuovo elettrodomestico è sempre più costoso.

Data la situazione ambientale di oggi, è giusto provare a riparare e dare una seconda possibilità al forno guasto.