800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Congelatori verticali: un mondo da scoprire!

3 Settembre 2020

Blog Manutenzione Congelatore Congelatori verticali: un mondo da scoprire!

Molti di noi sono abituati ad avere il frigorifero combinato, ovvero un unico elettrodomestico che comprenda sia la zona frigo che quella del congelatore.

Ma lo sai che potresti avere anche due elettrodomestici separati? Esistono i congelatori a libera installazione che possono essere collocati in cucina, vicino al frigorifero, in uno scantinato o nella rimessa. Se opti per questa scelta, sono due i tipi di congelatore tra i quali dovrai fare una scelta: il freezer verticale e quello orizzontale.

Freezer verticale: che cos’è?

I congelatori verticali e orizzontali sono entrambi degli elettrodomestici che servono a mantenere i cibi congelati per conservarli meglio e permettere il loro consumo un po’ più avanti nel tempo.

Il loro funzionamento è praticamente identico. Al loro interno c’è un liquido refrigerante che scorre all’interno di un circuito rendendo l’ambiente freddo. La temperatura ideale di un congelatore dovrebbe aggirarsi intorno ai -30°, ma ci sono dei modelli che arrivano a temperature più alte, come -18°. Solitamente, i primi vengono considerati dei modelli a 4 stelle e sono molto migliori a livello qualitativo dei secondi perché assicurano una migliroe conservazione degli alimenti.

Esistono anche congelatori verticali No Frost, ovvero modelli dotati di un particolare sistema di raffreddamento che consente loro di produrre temperature fredde, ma secche. All’interno dell’apparecchio non si produce, quindi, alcuna umidità e questo va tutto a vantaggio della conservazione, ma anche tuo visto che non dovrai più sbrinare automaticamente il tuo congelatore.

Congelatore verticale e congelatore a pozzetto: quali sono le differenze?

Abbiamo detto che i freezer verticali e quelli a pozzetto funzionano allo stesso modo. Ma quindi perché si chiamano in maniera diversa? Perché esistono delle differenze e le possiamo rilevare in tre aspetti:

• le dimensioni;
• la capacità;
• l’apertura.

Le dimensioni e le capacità di un congelatore verticale sono inferiori rispetto a quello a pozzetto. Non che tutti i modelli siano piccoli, ma anche gli apparecchi più grandi risultano comunque di dimensioni e capacità minori rispetto ai congelatori orizzontali. Se quest’ultimo può avere una capacità massima di 500 l, il freezer verticale più grande ne può contenere massimo 300. Questo comporta delle conseguenze per quanto riguarda la collazione dell’elettrodomestico. Un apparecchio grande come quello orizzontale non trova spazio in cucina anche a causa della sua rumorosità. Invece, il congelatore verticale può tranquillamente stare in cucina, soprattutto se piccolo.

Un’altra differenza importante sta nell’apertura. Nel congelatore a pozzetto è orizzontale e posta in alto, mentre nell’altro tipo è verticale e posta su uno dei due lati. È proprio il caso di dire nomen omen!

Congelatore verticale a cassetti vs freezer a pozzetto a ripieni

Anche l’interno del congelatore è diverso a seconda dei modelli. Il freezer verticale è a cassetti, mentre quello orizzontale ha dei ripiani che consentono di posizionare il cibo in maniera ordinata.

La parte interna del congelatore verticale viene raffreddata grazie alle pareti e alle serpentine presenti sotto tutti i cassetti e questo garantisce la distribuzione della temperatura in maniera omogenea.

Il congelatore verticale a cassetti può essere un ingombro nel caso in cui vadano messi alimenti di grandi dimensioni, altrimenti risulta molto comodo. Puoi distribuire il cibo in maniera ordinata suddividendolo per tipologia (pane, carne, pesce, verdure). La maggior parte dei cassetti sono trasparenti e questo ti consente di individuare subito quello che stai cercando, senza mantenere troppo tempo aperto il tuo congelatore. Grazie a questa organizzazione, puoi sfruttare al 100% la capacità del tuo freezer, cosa che non sempre ti è possibile con il modello orizzontale.

Se non hai un congelatore verticale No Frost, devi sbrinare periodicamente il tuo elettrodomestico altrimenti rischi la formazione di ghiaccio tra i cassetti. Questo potrebbe comportare una difficoltà nell’aprirli.

Congelatore verticale piccolo

Ci sono alcuni congelatori verticali di grandi dimensioni che si sviluppano in altezza. Alcuni arrivano a misurare anche più di 170 cm. Alcuni sono a libera installazione, mentre altri a incasso.

Un esempio? Il modello Whirlpool AFB 1841 appartenente alla classe energetica A++ (buona per risparmiare sui consumi!) e con tecnologia No Frost. Questo elettrodomestico è alto ben 177,1 cm ed è largo 54 cm.

Ma esistono anche dei congelatori verticali piccoli, sia a incasso che a libera installazione. Sono adatti agli spazi stretti e, soprattutto quando possono essere inseriti all’interno dei mobili, possono tranquillamente essere messi in cucina senza creare troppo scompiglio.

Come esempio di modello a libera installazione, menzioniamo il congelatore verticale Indesit I55ZM 111 W alto solo 83 cm. Appartiene alla classe energetica A+, ma è considerato un 4 stelle; è poco rumoroso e grazie al colore bianco si può adattare a qualsiasi stile di cucina.

Invece, come modello a incasso, c’è il modello BFS 1222.1 della Hotpoint. Ha caratteristiche molto simili al congelatore della Indesit, solo che va installato all’interno di un mobile preesistente. Questo lo rende molto comodo perché non devi stravolgere il tuo arredamento, ma devi per forza fare i conti con le dimensioni.

È meglio un congelatore verticale o uno orizzontale?

Viene spontaneo chiedersi se il congelatore verticale sia migliore di quello orizzontale.

In realtà, non esiste un elettrodomestico migliore di un altro. Esistono le tue esigenze e il modello che meglio le soddisfa. Se non hai molto spazio in casa e vivi da solo/a o in coppia, allora il congelatore verticale a cassetti è ciò che fa per te. Per decidere se prenderne uno alto o piccolo, guarda la tua cucina. Dove vuoi mettere il congelatore verticale? Ingombra? C’è un ripiano in cui potresti inserire un modello a incasso?

Sono tutte risposte personali che hanno poco a che fare con le caratteristiche dell’elettrodomestico.

Cosa fare se il freezer verticale si rompe?

Potresti svegliarti un giorno e trovare il freezer verticale che non congela più.

Niente panico e segui i consigli dei nostri esperti su cosa fare quando scopriamo che il nostro freezer o congelatore non funziona correttamente!

Sarebbe un disastro: la qualità del cibo potrebbe essere compromessa e il tuo elettrodomestico potrebbe avere dei problemi. Tuttavia, non devi perdere la calma. Assicurati di non aver per sbaglio chiuso male lo sportello o di non aver inserito all’interno del congelatore verticale un alimento troppo caldo. Controlla anche che non ci siano troppi prodotti dentro che rendono difficile la circolazione dell’aria.

Se non è niente di tutto questo, potrebbero esserci dei guasti tecnici che solo un esperto può risolvere. Per l’assistenza fuori garanzia, rivolgiti a noi di SulSicuro! Abbiamo una rete di professionisti diffusa in tutt’Italia e siamo esperti nella riparazione di elettrodomestici, compreso il congelatore.

Piuttosto che buttarlo via, prova a ripararlo! Farà bene all’ambiente… e anche alle tue tasche!