800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Il mistero della pompa dell’acqua nella lavastoviglie

30 Luglio 2019

Blog Manutenzione Lavastoviglie Il mistero della pompa dell’acqua nella lavastoviglie

È lì, ci guarda dalle nostre cucine, ma esattamente, come funziona una lavastoviglie? Cos’è questa fantomatica pompa della lavastoviglie di cui sentiamo tanto parlare?

La nostra casa è piena di misteri, in particolare quando si parla di elettrodomestici. Come funzionano, da cosa sono composti? E così è per la nostra lavastoviglie: la usiamo ogni giorno, ci ha salvato la vita nelle cene con tante stoviglie e in generale…le mani! Sicuramente ciò che ci interessa sapere è che inseriamo i piatti sporchi, attiviamo il programma di lavaggio e dopo un po’ sentiremo quei bip che indicano che le stoviglie sono pulite e brillanti. Cosa succede nei minuti del lavaggio? E cos’è questa pompa della lavastoviglie o elettropompa di cui tanto si sente parlare?

Come funziona la lavastoviglie

Diciamo che la pulizia delle stoviglie nell’elettrodomestico è composto di varie fasi:

  1. Prelavaggio
  2. Ciclo principale
  3. Risciacquo

Vediamo insieme come funzionano.

Prelavaggio

La fase iniziale è il prelavaggio: l’acqua fredda entra nella lavastoviglie dall’impianto idrico di casa, attraverso la valvola di aspirazione. Riempie così la base della vasca e poi viene letteralmente “schizzata” in alto dalla pompa di lavaggio o pompa di carico della lavastoviglie, attraverso degli irrigatori, ovvero quelle pale rotanti che vediamo alla base dell’elettrodomestico, internamente, per rimuovere lo sporco grossolano presente sui piatti.

Ciclo principale

Interviene ora la pompa di scarico dell’acqua, che drena l’acqua sporca. A questo punto interviene di nuovo la pompa di lavaggio per introdurre acqua calda nella macchina. Ovviamente l’acqua calda è necessaria per rimuovere il grasso dalle stoviglie e pulirle bene. Solo adesso si apre anche la vaschetta del detersivo in modo da rilasciare il detergente, che si mischia all’acqua e viene spruzzato su piatti, pentole e bicchieri. Durante questo ciclo l’acqua viene costantemente filtrata e ripompata negli irrigatori.

Risciacquo

Una volta che le nostre stoviglie sono belle lucide e profumate, l’acqua del lavaggio viene scaricata dalla pompa di drenaggio e sostituita da acqua fresca che risciacqua tutti i piatti. Interviene ora anche il brillantante, per cui il carico di stoviglie uscirà asciutto e brillante.

Se dovesse rompersi la pompa della lavastoviglie?

È facile accorgersi se la pompa della lavastoviglie Whirlpool o Hotpoint-Ariston, o di qualsiasi marca, smette di funzionare: l’elettrodomestico non caricherà o scaricherà più l’acqua. Oppure può capitare che l’elettropompa della lavastoviglie faccia un brutto rumore. Nel migliore dei casi potrebbe essere che non sia rotta, ma bloccata a causa dei residui di cibo che riescono a superare il filtro e vanno quindi a bloccare la ventola della pompa. In questo caso basterà svuotare la vasca, anche quella sotto al filtro nel cosiddetto “pozzetto”: insomma stiamo attenti ad asciugare tutto. Per sicurezza, possiamo anche mettere degli stracci a terra per sporcare il meno possibile. In ogni caso, per rimuovere i residui che incastrano la pompa della lavastoviglie, questo pezzo andrà smontato, quindi il consiglio è quello di contattare in ogni caso un tecnico specializzato che sappia dove mettere le mani e non rischi di peggiorare la situazione. Anche perché potremmo notare che, una volta smontato il pezzo, in realtà non ci sono residui di cibo e quindi il problema è proprio che la pompa della lavastoviglie non sia bloccata, si è rotta: in quel caso un professionista potrebbe intervenire direttamente sostituendola e risolvendo ogni nostro problema con le stoviglie. Una cosa che possiamo controllare, però, è che oltre al malfunzionamento della pompa di carico e scarico dell’acqua non ci siano anche delle perdite d’acqua da altri punti, in questo caso il problema è probabilmente più grave e richiede l’intervento di un tecnico.

Quali sono le altre componenti della lavastoviglie?

Oltre alla pompa di carico e scarico, ci sono tante altre parti che potrebbero essere la causa di un problema alla lavastoviglie.

  1. Valvola di aspirazione. Questa valvola è fondamentale per il funzionamento della macchina, infatti fa entrare l’acqua dall’impianto idrico casalingo nella lavastoviglie. In genere si trova dietro la placca metallica sul fondo esterno della vasca. Il tubo che porta l’acqua calda all’interno della vasca può essere di rame, gomma o intrecciato, mentre il tubo che dalla valvola porta l’acqua alla vasca è di gomma o di plastica.
  2. La famosa pompa e il motore. La maggior parte dei modelli ha una pompa che funziona sia per il carico che per lo scarico dell’acqua: ha un solo motore e 2 compartimenti, uno per il lavaggio o circolazione e uno per il drenaggio. Comunque, la maggior parte dei modelli ha la pompa posizionata all’esterno sotto la vasca.
  3. Irrigatori. Questi spruzzano l’acqua per tutto l’interno della lavastoviglie. Alcuni modelli ne presentano solo uno sul fondo, mentre altri ne hanno anche uno intermedio, sotto il cestello superiore, o in alto, sulla sommità della vasca.
  4. Timer. Non si vede ma c’è, e serve a regolare il volume dell’acqua.
  5. Galleggiante e interruttore di livello. La funzione del galleggiante e il suo interruttore è quella di prevenire allagamenti, ovvero che la vasca venga eccessivamente riempita. Questo pezzo si trova sul fondo, all’interno della macchina e l’interruttore appena sotto. Man mano che l’acqua si riempie sul fondo della vasca, il galleggiante si alza e, quando l’acqua raggiunge il livello giusto, il braccio del galleggiante attiva l’interruttore che va a spegnere la valvola di aspirazione dell’acqua.
  6. Serpentina di riscaldamento. Questo componente è in genere posizionato poco sopra il fondo della vasca e serve a far arrivare la temperatura fino a 60°-70°, che è il punto di forza di questo elettrodomestico: infatti, non solo il calore aiuta ad asciugare i piatti a fine lavaggio, ma sono temperature che non riusciremmo a sopportare nel lavaggio manuale delle stoviglie, che consentono di utilizzare meno acqua e meno sapone, con un grande risparmio per le tasche e per il pianeta.

Se comunque ci fossimo resi conto che non abbiamo idea da dove provenga il malfunzionamento e quale sia il guasto che affligge la nostra lavastoviglie, non esitiamo a chiamare un professionista del mestiere, che saprà indicarci sicuramente la soluzione più adatta.