800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Le migliori lavastoviglie del 2020

26 Settembre 2019

Blog Manutenzione Lavastoviglie Le migliori lavastoviglie del 2020

La lavastoviglie è un elettrodomestico inventato addirittura nel lontano 1886 e oggi presente nella maggior parte delle case italiane. Grazie a lei, molte persone possono fare a meno di lavare a mano i piatti sporchi.

Ma come regolarti quando devi sceglierne una per la tua cucina? Come scegliere un modello tra i tanti? Potresti regolarti in base alle tue disponibilità economiche, oppure lasciarti guidare dall’estetica o, ancora, dal consiglio di qualcuno a te vicino.

Si tratta di una decisione importante, visto che l’elettrodomestico sarà tuo complice, specie quando si tratta di invitare amici a cena. Ecco qui alcuni spunti su quali caratteristiche tenere d’occhio quando stai acquistando una lavastoviglie e alcuni modelli nuovissimi che consigliamo.

Come scegliere le migliori lavastoviglie sul mercato

Per scegliere la lavastoviglie che fa al caso tuo devi innanzitutto sapere quale categoria andare a guardare. Esistono, infatti, due tipi di lavastoviglie: quelle a incasso, ovvero quelle che sono integrate nei mobili della cucina, e quelle a libera installazione, in altre parole, la lavastoviglie singola. Se dai più attenzione all’arredo della tua cucina, è normale che andrai a valutare le lavastoviglie a incasso, altrimenti il singolo modello.

Decidere tra i vari marchi e le varie tipologie è sempre difficile, soprattutto vista l’importanza che l’elettrodomestico ricopre nella nostra vita casalinga. Solitamente, però, i punti da valutare sono cinque:

-il consumo energetico

-il consumo idrico

-le dimensioni

-la rumorosità

-le prestazioni aggiuntive.

Si tratta di caratteristiche che differiscono da modello a modello e che rispondono a esigenze diverse. Starà a te valutare quale lavastoviglie si addice alla tua casa, alle tue abitudini, alle tue necessità.

La lavastoviglie a libera installazione Whirlpool WFC3C26P e modello a incasso Whirlpool WIC 3C26

Tra le migliori lavastoviglie a libera installazione del 2020 c’è il modello Whirlpool WFC3C26P. Dotata di 14 coperti e di colore acciaio inox, questa lavastoviglie appartiene alla classe energetica A++, di conseguenza permette un notevole risparmio energetico. Possiede 8 diversi programmi di lavaggio che garantiscono piatti perfettamenti puliti. È molto silenziosa e la porta si apre automaticamente al termine del lavaggio. Possiede il sensore intelligente della tecnologia 6° Senso che rileva e controlla il livello di sporco delle stoviglie per impostare i parametri del ciclo di lavaggio.Puoi scegliere tu quando far partire il lavaggio grazie all’opzione “Partenza Ritardata”.

Se, invece, sei alla ricerca di una lavastoviglie a incasso, prova il modello Whirlpool WIC 3C26. Larga circa 60 cm e dotata di 14 coperti, è un elettrodomestico che consuma poco sia a livello energetico che idrico. È dotata di tutte le caratteristiche che abbiamo nominato nel modello precedente.

Le migliori lavastoviglie della Indesit

Della Indesit, guardate la DIF 14 B1. È una lavastoviglie a incasso molto capiente (ben 14 coperti) che consuma poco ed è molto silenziosa. Ci sono quattro diversi programmi di lavaggio e non è difficile da installare. Molto competitiva a livello di costi.

Se invece sei alla ricerca di una lavastoviglie a libera installazione, dai un’occhiata alla Indesit ICD 661 S EU. Il design è semplice ed elegante, adatto a vari contesti di arredamento e a coppie, single o famiglie poco numerose. L’elettrodomestico può contenere fino a 6 coperti. Ci sono 6 programmi di lavaggio e appartiene alla classe energetica A, quindi consuma tanto. Anche in questo caso, il rapporto qualità/prezzo è molto buono.

Le migliori lavastoviglie offerte dalla Hotpoint e dalla Hotpoint-Ariston

Vuoi una lavastoviglie che scompaia completamente nei mobili della tua cucina? Allora, il modello che fa per te è l’Hotpoint LTF 8B019 C EU. Capiente (13 coperti) e silenziosa, è molto efficace nella rimozione dello sporco e nel contenere i consumi. Dispone di 8 programmi di lavaggio tra cui il prelavaggio e il mezzo carico. In più, è molto semplice da usare.

Anche la lavastoviglie a incasso Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU. Ha dimensioni ridotte (la larghezza non supera i 45 cm) ed è adatta a cucine piccole in appartamenti per single o coppie. Consuma molto poco, si parla di 0,88 kWh ma con la modalità Eco si arriva anche a 0,67. Il programma principale di lavaggio è molto efficace. Dispone sia della tecnologia 6° Senso, sia della funzione di partenza ritardata. Unica pecca, la durata lunga dei cicli di lavaggio.

Lavastoviglie Ignis, KitchenAid e Bauknecht

Se sei alla ricerca di un prodotto poco costoso ma di buona qualità, la Ignis ADL 101 a incasso è la lavastoviglie che fa al caso tuo. È molto capiente e per il lavaggio si può scegliere tra 6 programmi a disposizione: prelavaggio, cristalli, rapido, eco 50°C, quotidiano, intensivo.

La lavastoviglie a incasso KitchenAid xxlence Large Capacity KDFX 7017 è ispirata alle lavastoviglie professionali dei ristoranti. Ha una capienza molto elevata, tanto che può contenere fino a 17 coperti ed è, quindi, l’ideale per le famiglie numerose. Può accogliere oggetti voluminosi che normalmente non riescono a entrare in lavastoviglie e devono essere lavati a mano.

Infine, un altro modello a incasso molto prestigioso nel 2020 è il Bauknecht BRIE 2B19. Con una capienza di 13 coperti e un consumo energetico medico, la lavastoviglie ti garantirà un’ottima pulizia delle stoviglie grazie a 6 programmi di lavaggio.

Se la lavastoviglie si rompe, chiama il tecnico

Anche se la qualità della tua lavastoviglie è buona, un guasto può sempre capitare. Se l’elettrodomestico è ancora in garanzia, va bene. Ma cosa farai quando la garanzia sarà scaduta? Non consultare subito i cataloghi online per vedere il modello migliore dell’anno, ma cerca un aiuto competente. Spesso basta un tecnico certificato e in gamba per risolvere in pochi minuti il danno della lavastoviglie ed evitare così un’ingente spesa per comprarne una nuova. La riparazione di elettrodomestici fuori garanzia non solo è possibile, ma è anche una scelta economica.