800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Microonde rotto: dal vetro al piatto

26 Settembre 2019

Blog Manutenzione Microonde Microonde rotto: dal vetro al piatto

In un mondo che va sempre più veloce e in cui il tempo va ottimizzato, il microonde rappresenta una grande spalla in cucina. Ci permette di scongelare velocemente gli alimenti, di riscaldare liquidi o cibi in pochi secondi e anche di fare cotture rapide. Oggi, grazie al forno a microonde combinato è possibile anche usare la cottura grill e ventilata, sostituendo il forno tradizionale.

Tuttavia, come tutti gli elettrodomestici, anche il forno a microonde è soggetto ad usura e può danneggiarsi. Vediamo che cosa succede quando si verifica un guasto al tuo elettrodomestico e quali sono le possibili soluzioni.

Forno microonde rotto? Ecco come accorgersene

Quando l’elettrodomestico si comporta in maniera insolita, è normale pensare subito a un guasto.  Per il microonde, ci sono diverse situazioni che potrebbero “dare l’allarme”. Potresti, per esempio, vederlo emettere delle scintille mentre è in funzione oppure sentirlo più rumoroso del solito. Potrebbe capitare che la corrente vada via mentre stai usando l’elettrodomestico. O, ancora, potresti avere problemi con il piatto o renderti conto che gli alimenti non vengono più riscaldati per bene.

Ora cercheremo di vedere insieme quali potrebbero essere le possibili cause del malfunzionamento. Sappi, però, che in questi casi è sempre meglio rivolgersi a un tecnico specializzato che in pochi minuti sarà in grado di individuare il problema e di proporti la soluzione più conveniente per te.

Hai un elettrodomestico rotto e non sai se chiamare il tecnico per ripararlo? Scopri i nostri consigli all'interno di questo articolo.

Salta la corrente ogni volta che scaldo qualcosa: il microonde è rotto?

Se mentre stai usando il microonde salta la corrente, il problema potrebbe essere legato a molti fattori, quasi tutti tecnici. Il difetto potrebbe trovarsi nell’alimentazione elettrica, nel magnetron (la strumento che genera le onde elettromagnetiche), nel condensatore o nel trasformatore. Nel caso in cui i contatti elettrici del timer siano rovinati, essi potrebbero causare il salto della corrente. In situazioni del genere è sempre meglio rivolgersi a chi di competenza perché, molto spesso, l’unica soluzione attuabile è la sostituzione del pezzo rotto.

Ricordati di asciugare sempre il piatto dopo aver usato l’elettrodomestico. L’acqua rilasciata da alcuni alimenti potrebbe infilarsi nel motore, facendogli perdere corrente.

Il microonde rumoroso è un microonde rotto?

Il microonde non è un elettrodomestico particolarmente silenzioso. È difficile ignorare il timer una volta che ha terminato il suo conto alla rovescia. Tuttavia, ci sono suoni e suoni. Alcuni sono normalissimi poiché legati al funzionamento dell’elettrodomestico. Essi entreranno a far parte della quotidianità tanto da non avvertirli più come invasivi. Invece, quando il microonde fa un rumore strano (ovvero insolito) c’è da preoccuparsi perché potrebbe essere legato a un guasto.

Purtroppo, il microonde rumoroso potrebbe essere sintomo di diversi tipi di problemi. La causa non è unica e questo potrebbe renderti più complicato capire cosa sistemare. Potresti provare a capire cosa c’è che non va a partire dal rumore che fa il tuo apparecchio.

Ecco qui un elenco dei diversi guasti che possono verificarsi quando il microonde fa un rumore strano.

La ventola non funziona. Se il tuo elettrodomestico produce un suono inusuale quando è in stand-by e, quando è acceso, questo diventa forte è probabile che sia colpa della ventola usurata dopo anni di lavoro. Va immediatamente sostituita. Si tratta, infatti, della componente che consente al tuo elettrodomestico di non surriscaldarsi.

Il motore del piatto girevole è rotto. Il rumore proveniente dal microonde è un cigolio che avverti quando il macchinario è in funzione? Allora è possibile che il problema sia il motore del piatto girevole che non riesce più a distribuire le onde in modo uniforme. Sostituiscilo per far tornare il tuo microonde “silenzioso” come prima.

Il piatto girevole è danneggiato. È più facile accorgersi di questo guasto poiché oltre al rumore, potresti trovare il piatto graffiato o rotto. Inoltre, lo vedrai non riuscire a girare dentro il microonde. Un semplice ordine di un piatto nuovo, risolverà tutti i tuoi guai.

Il condensatore è guasto. Il condensatore è la parte che si occupa di immagazzinare energia per amplificare la tensione elettrica all’interno dell’apparecchio. Se il microonde fa rumori strani, potrebbe trattarsi proprio di un problema a questa componente che va subito sostituita. Cerca di non usare il microonde mentre aspetti di riparare l’elettrodomestico.

Il magnetron non funziona. Durante il funzionamento il microonde fa un rumore strano? Il problema potrebbe essere non solo il condensatore ma anche il magnetron, la valvola termoionica che permette ai cibi di riscaldarsi. Se salta anche un fusibile, è molto probabile che tu abbia un colpevole. Per accertartene, usa il dispositivo per misurare la resistenza e controlla i valori che ti dà. È un’operazione che va fatta quando il microonde non è collegato alla corrente e può essere molto delicata. Così delicata che potresti affidarla a un professionista.

Il diodo è rotto. Se rumori molto fastidiosi si accompagnano a una mancata accensione del microonde, è rotto il diodo ad alta tensione. Anche in questo caso, ti suggeriamo di comprarne uno nuovo e di farti aiutare da un tecnico a montarlo.

Il microonde non riscalda più in modo uniforme

Ti è capitato di mettere a riscaldare un alimento e di averlo trovato più caldo in alcuni punti e più freddo in altri? Non necessariamente si tratta di un guasto legato all’antenna rotante (un riflettere di onde che permette al cibo di cuocersi in maniera uniforme) o di un difetto al blocco di sicurezza dello sportello. Potrebbe anche non trattarsi di un problema del motore rotante del piatto o del suo supporto di traino. Potresti semplicemente aver scelto il materiale del piatto sbagliato.

Saprai bene che nel microonde non devono essere inseriti piatti d’alluminio o di materiale metallico, ma forse non sai che anche i piatti di terracotta non sono l’ideale. Non rischiano di danneggiare il magnetron, ma la terracotta assorbe il calore, quindi potresti trovarti con un piatto fumante e il cibo freddo. Molto meglio usare piatti in vetro o di plastica adatta al microonde. Se non è un problema di materiale, farai meglio a chiamare un tecnico certificato.

Cosa fare in caso di piatto del microonde rotto o che fatica a girare

Il materiale di cui è formato il piatto del microonde è molto delicato e, con il tempo, potrebbe danneggiarsi o addirittura rompersi. Data la sua funzione è sempre opportuno tenerlo integro (sostituendolo in caso di guasto) e mantenerlo pulito.

Ma altri problemi potrebbero riguardare anche il supporto di traino o il motore del piatto. Sono entrambi meccanismi che favoriscono la rotazione e che permettono così agli alimenti di cuocersi o di riscaldarsi in maniera uniforme. Se sono guasti, l’unica soluzione è quella di sostituirli.

Quando non funziona il blocco dello sportello di sicurezza o hai il vetro del microonde rotto

Fai sempre molta attenzione allo sportello di apertura e chiusura del tuo microonde. Esso deve essere ben chiuso e isolante di modo da mantenere le microonde solo all’interno dell’apparecchio e non farle uscire fuori. Il portello è di vetro così da permetterti di vedere all’interno come procede la cottura. Se inserisci dei materiali non idonei al microonde, essi potrebbero rompersi e le schegge potrebbero danneggiare la superficie dello sportello. Quindi, controlla sempre ciò che metti nel tuo forno.

Lo sportello del microonde è dotato di un blocco di sicurezza composto da molteplici interruttori. Nel momento in cui uno di questi subisce un guasto, è probabile che il magnetron non funzioni più, il piatto non giri e il microonde non riesca a chiudersi. Solo una corretta riparazione del danno potrà riportare il tuo elettrodomestico ai giorni di gloria.

Quando cambiare il microonde e quando ripararlo

Un microonde che fa saltare la corrente, che fa rumore, che non riscalda più bene, che fa scintille, che ha il vetro rotto o a cui non funziona più lo sportello non è di certo l’elettrodomestico che vorremmo avere in casa. La domanda da farsi, però, è un’altra: è un microonde da buttare via? In realtà, no. È un microonde da aggiustare.

Come avrai capito leggendo i paragrafi qui sopra, la maggior parte dei guasti è facilmente riparabile cambiando la componente che non funziona più. Si tratta della soluzione più economica; sostituire una sola parte non ti costerà di più che comprare di nuovo l’elettrodomestico. Facendo così avrai aiutato non solo il tuo portafoglio, ma anche l’ambiente (cosa probabilmente più importante). Ricorda che il microonde è sempre un elettrodomestico e non è semplice da smaltire.

Se ti stai domandando come si ripara un forno a microonde, sappi che la risposta te la dovrebbe dare un tecnico specializzato. Riparare un forno a microonde non è un gioco: è un apparecchio che produce scariche elettriche potenzialmente fatali. Di conseguenza, bisogna essere prudenti e lavorare in sicurezza. I riparatori professionisti SulSicuro sanno come si fa. Quindi, affidati all’assistenza fuori garanzia per riparare il tuo elettrodomestico.