800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Forno a microonde combinato: cosa significa?

28 Agosto 2019

Blog Manutenzione Microonde Forno a microonde combinato: cosa significa?

Prima di cercare di capire cosa differenzia il microonde combinato dal semplice microonde, cerchiamo di capire cosa distingue un microonde da un comune forno elettrico.

Differenze tra forno elettrico e forno a microonde

Il forno elettrico funziona grazie a delle resistenze che, accendendosi, fanno scaldare l’aria. Questa, raggiungendo temperature altissime, permette alla pietanza di cuocersi: come? In pratica quello che avviene è una reazione chimica chiamata reazione di Maillard, una reazione molto complessa che avviene tra gli zuccheri e le proteine. È proprio questa reazione a dare il tipico colore bruno alla superficie delle pietanze. Il normale forno elettrico può essere adoperato, a grani linee in due modi:

  • statico
  • ventilato

Forno a microonde ventilato combinato o statico?

Nel primo caso, come già detto, si attivano delle resistenze che fanno riscaldare l’aria. Nel secondo caso invece, l’aria viene forzata. Questo vuol dire che una ventola permette all’aria calda di circolare in maniera uniforme in tutta la camera di cottura. I moti convettivi dell’aria calda permettono di disidratare molto più velocemente le superfici della pietanza che, in questo modo, si sigillano. La diretta conseguenza è che la cottura non solo è omogenea, ma fa sì che l’interno rimanga umido e succoso, mentre l’esterno rimane croccante.

Il microonde invece funziona in modo completamente diverso. In pratica le microonde sollecitano le molecole d’acqua presenti negli alimenti. Queste, vibrando, iniziano a scaldarsi fino a raggiungere temperature tali da permettere la cottura dei cibi. In questo caso però non avviene la reazione di Maillard, quindi, la preparazione di determinate pietanze, come ad esempio gli arrosti, non sarebbe soddisfacente, anzi. Se è vero che le microonde non cuociono in modo gustoso i cibi, è anche vero che ottengono lo stesso grado di cottura nella metà del tempo con cui ci si starebbe con un normale forno elettrico.

Vuoi acquistare un microonde ma non sai da dove cominciare? Consulta la nostra guida e scopri cosa è importante valutare nella scelta di un microonde.

Forno a microonde combinato: cosa significa?

Potrebbe esserci chi si interroghi su cosa significhi il termine “forno a microonde combinato”. Come sempre, quando si ignora il significato di qualcosa, bisogna iniziare dall’analisi e dall’etimologia delle singole parole. La chiave di volta in questi caso è “combinato” che non è altro che il participio passato del verbo “combinare”, ovvero mettere insieme. Quindi, il forno a microonde combinato non è altro che un forno a microonde dove si sono messi insieme due funzioni e, di conseguenza, due scopi.

Un forno a microonde combinato non serve solo per riscaldare o per scongelare il cibo (come avviene per un microonde tradizionale), ma anche per cucinare usando la funzione grill p quella crispy. Su alcuni forni a microonde combinati compare un simbolo, il combi, che integra la funzione di scongelamento e di cottura della pietanza.

Forno a microonde combinato: come funziona?

Ed eccoci giunti all’anello di giunzione: perché non sfruttare l’efficienza delle microonde, che cuociono senza dispersione, per la cottura grill e a quella ventilata? Ecco che quindi nasce il microonde combinato.

La differenza? Se con un normale microonde puoi utilizzare solo le microonde, in quelli combinati ti è possibile utilizzare le microonde combinate al grill e alla cottura ventilata. In questo modo potrai preparare arrosti, lasagne e chi più ne ha più ne metta, dimezzando i tempi. Il risparmio non lo riscontriamo solo in termini di tempo, ma anche in termini di energia elettrica. Il microonde non ha la necessità di essere pre-scaldato e, in più, impiegandoci meno tempo, si risparmia elettricità.

Perché il forno microonde combinato ventilato è tra i più richiesti?

Il forno a microonde combinato ventilato è tra i più richiesti e acquistati dai clienti. Questo perché permette di usufruire della cottura ventilata presente nel forno. La cottura ventilata viene impostata solitamente quando si prepara la pasta al forno, le verdure ripiene, i biscotti oppure piatti di carne o pesce. Se imposti il programma del forno sul simbolo con la ventola dentro il quadratino, attivi la cottura ventilata che è definita tale perché il calore è prodotto per convenzione e diffuso in maniera uniforme per tutti il forno.

Nel caso del forno a microonde combinato ventilato, le microonde vengono distribuite in maniera omogenea ed è così che il cibo viene cotto in maniera ottimale. Può fare uso anche dell’umidità che li rende molto “succosi” o cremosi all’interno. Il colore, l’odore, la consistenza e le sostanze nutritive della pietanza rimangono inalterate. Questo tipo di forno a microonde è anche l’ideale per riscaldare gli alimenti già cotti perché gli impedisce di diventare secco.

Forno a microonde combinato con cottura a vapore

Oggigiorno è diventato ormai difficile trovare microonde senza nessuna funzione, perché quasi tutti ormai integrano la funzione grill. Poi possiamo trovare modelli con tipi di cottura preimpostata, con funzione Crisp o cottura al vapore.

Forno a microonde combinato da incasso o portatile?

Vista la grande diffusione dovuta anche al fatto che, come detto, al giorno d’oggi sono del tutto in grado di sostituire i forni tradizionali, la scelta di incassarli letteralmente nelle nuove cucine, come se fossero dei forni normali, è sempre più diffusa. Ma cos’è meglio acquistare, un forno microonde portatile o uno ad incasso? Per cercare di rispondere a questa domanda cercherò di elencare le caratteristiche comuni ai due tipi.

I microonde portatili sono detti “free standing”, ossia a libera installazione. Questi forni sono adatti ad essere appoggiati, sul ripiano dei mobili della cucina. Le dimensioni di questi forni possono variare e sono misurate in capacità, espressa in litri. In genere, la capacità di questo tipo di forni va dai 18 ai 30 litri. Quando si acquista questo tipo di forni e si vogliono posizionare sul piano della cucina, bisogna fare in modo che il forno sia lontano almeno 5 centimetri rispetto alle pareti che lo circondano e che al di sopra del forno ci sia uno spazio libero di almeno 30 centimetri.

I forni a microonde da incasso, invece, si possono inserire in un mobile della cucina. In genere sono installati a colonna l’uno sull’altro, per cui quando se ne hanno due, questi saranno messi in verticale. I forni da incasso sono molto più larghi di quelli free standing poiché raggiungono una larghezza di circa 60 cm. L’altezza può essere di circa 30-35 cm. Le dimensioni maggiori corrispondono a una capacità maggiore, che può arrivare anche a essere di 35 litri. Per le funzioni dei forni free standing o da incasso non c’è nessuna differenza. Quindi alla fine resta solo una tua scelta stilistica o di praticità!

Com’è il forno microonde combinato migliore presente in commercio?

In generale, possiamo dire che non esiste un modello di elettrodomestico migliore in assoluto rispetto a tanti altri. In commercio ci sono tante marche qualitativamente molto valide, come la Whrilpool, la Hotpoint-Ariston, l’Indesit, la Ignis, la KitchenAid o la Bauknecht. Alla fine, il miglior elettrodomestico è quello che meglio risponde alle tue esigenze in termini di costo, dimensioni e funzionalità. 

 

Per la scelta di un forno a microonde combinato, ad esempio, potresti valutare innanzitutto se ti serve a libera installazione o a incasso. Poi devi valutare i tipi di cottura che il forno a microonde da te scelto ti mette a disposizione. Poi ci sono da considerare il numero di programmi e le diverse funzionalità e, ovviamente, quanto è semplice e intuitivo il loro uso. I simboli del microonde possono essere tanto intuitivi quanto difficili da decifrare. Alcuni modelli hanno il display in cui compaiono i diversi programmi con nomi e simboli. Devi valutare anche il design e le dimensioni. Ci sono alcuni modelli colorati o dalle forme più ricercate che danno più nell’occhio e sono perfetti per chi ha a cuore l’estetica.

Cosa influisce sul prezzo del microonde

Andiamo adesso a parlare delle differenze di prezzo alle quali questi elettrodomestici si possono trovare in commercio. Come per ogni altro prodotto, anche i prezzi dei forni a microonde sono determinati da diversi fattori. Innanzitutto, ciò che può influire sul costo di questi prodotti è costituito dalle diverse aziende che li producono. Alcuni marchi possono lanciare sul mercato prodotti più costosi di quelli realizzati e venduti da altri e, nel caso degli elettrodomestici a volte ciò può anche significare una qualità migliore.

Ad ogni modo questo non è sempre ciò che succede, perché la stessa azienda può produrre e mettere in commercio diversi elettrodomestici dello stesso tipo che però hanno prezzi molto diversi fra loro, ma comunque sono tutti di elevata qualità. Ciò che determina la differenza di prezzo, in quel caso, sono le varie caratteristiche offerte dai diversi modelli. Innanzitutto, si può avere o meno la funzione per grigliare, cosa che abbiamo avuto modo di espletare poco sopra. Inoltre, alcuni sono ventilati o addirittura combinati.

Altri tipi di forni a microonde hanno un sistema per cui avviene la cottura a vapore. Infine, a incidere sul prezzo sono i materiali di costruzione, le dimensioni e la potenza. È ovvio che un forno più robusto durerà di più nel tempo, un forno troppo piccolo non potrà esserti utile se cucini per più persone e un forno troppo potente potrebbe consumare molta corrente. In poche parole, ogni volta che bisogna fare un acquisto è buona norma mettere i diversi prodotti sullo stesso piano confrontandone le diverse caratteristiche per valutarne i pregi e i difetti e anche verificare se effettivamente si tratta di prodotti che possono soddisfare o meno le tue esigenze.

Trovare forno a microonde con offerte: il volantino è il miglior amico!

Se ti sei deciso ad acquistare un forno a microonde, combinato o meno che sia, allora la cosa migliore da fare è quella di spulciare un po’ il volantino delle offerte dei negozi di elettrodomestici. Non fa mai male cercare di risparmiare un po’ pur comprando prodotti di alta qualità. Sicuramente troverai gli ultimi modelli del forno a microonde combinato Whirlpool, Hotpoint-Ariston, Indesit, Ignis, KitchenAid o Bauknecht con dei prezzi scontati.

Se non vuoi aspettare il volantino, cerca su Internet informazioni sulle offerte oppure vai di persona al negozio più vicino!

Forno microonde combinato Whirlpool

La Whirlpool è una delle migliori marche per elettrodomestici presenti sul mercato.

Offre sempre una vasta scelta di prodotti molto performanti e di qualità. Tra questi, c’è la possibilità di scegliere anche forni a microonde sia da incasso che a libera installazione. Quelli a incasso possono essere posizionati anche sopra il forno tradizionale creando in cucina un’area cottura da forno apposita. Invece, quelli a libera installazione sono pensati apposta per andare su ripiani o mensole ed essere anche trasportati da una casa all’altra. Nel caso in cui si abbia una casa vacanze, perché non portare con sé anche il microonde?

Tra i modelli Whirlpool a libera installazione particolarmente apprezzato e considerato tra i forni a microonde combinati migliori del 2020 c’è il MAX 39 WSL. È pensato apposta per i piccoli spazi con le sue dimensioni ridotte (36 cm d’altezza e 39, 2 di larghezza). Tra le sue funzioni rientrano: il crisp, il grill, il defrost e anche lo steam (la cottura a vapore).

Se cerchi un modello a incasso, invece, c’è l’AMW 442/IX. Il colore in acciaio inox lo rende adatto a qualsiasi design tu abbia scelto per la tua cucina. È molto largo (quasi 60 cm) e possiede tutte le funzioni del MAX 39 WSL. In più ha anche il blocco di sicurezza bambini, così da impedire incidenti spiacevoli.

Il forno combinato elettrico a microonde: le opinioni sull’utilità

È utile avere un forno combinato elettrico a microonde o basta il forno tradizionale? Le opinioni in merito sono diverse. Alla fine, dipende da quanto tempo si passa in cucina e da quanto è frenetica la propria vita. Se si hanno tempi stretti a causa del lavoro e non si ha il tempo di cuocere il cibo al forno, allora il microonde è un ottimo sostituto per non rinunciare a pietanze più elaborate, ma per le quali non si ha tutto questo tempo a disposizione. 

Forno combinato: cos’è?

Parlando di forno a microonde combinato che, come abbiamo visto, combina l’efficiente cottura non dispersiva del microonde con i tipi di cottura del forno, c’è da chiedersi che cosa sia il forno combinato e se non sia la stessa cosa. In realtà no.

Per forno combinato s’intende un elettrodomestico che abbini alla funzione di cottura a vapore, la normale cottura a convenzione. Con un apparecchio simile si possono combinare cicli di cottura, superando il limite dei forni a vapore che non riescono ad andare oltre i 100°. I modelli di forno combinato più tecnologici danno la possibilità di regolare l’umidità oltre che di scegliere la temperatura.