800 90 02 90 CHIAMA ORA, SERVIZIO TELEFONICO: LUN-VEN: 08-19 | SAB-DOM: 09-13

Cucina a induzione: vantaggi e svantaggi

9 Gennaio 2023

Blog Manutenzione Piano Cottura Cucina a induzione: vantaggi e svantaggi

La maggior parte delle tendenze dei prossimi anni nel campo dell’arredamento saranno caratterizzate dalla presenza di elementi sostenibili e green friendly. Anche la cucina, in questo senso, si evolverà verso l’uso di piccoli e grandi elettrodomestici in grado di far risparmiare energia e acqua.

Se stai pensando di ristrutturare casa e avevi in mente un arredamento di tipo moderno, inizia a considerare la possibilità di scegliere una cucina a induzione. I fornelli di questo tipo, infatti, hanno un design elegante e minimalista che richiamano nelle linee e nei colori le forme tipiche degli stili d’arredo contemporanei. Inoltre, una scelta simile è estremamente vantaggiosa dal punto di vista ambientale perché permette di ottimizzare tempi e risorse.

È anche vero, però, che non è tutto oro quello che luccica! Anche il modello più efficiente può presentare degli svantaggi.

Cosa cambia in una cucina con piastra a induzione

Il piano cottura a induzione è un tipo di fornello elettrico che sfrutta la normale corrente per generare il calore che permetterà ai cibi dentro le pentole di cuocersi. È facilmente riconoscibile dai parenti a gas perché si presenta come un vero e proprio piano scuro. Non ci sono bruciatori, né griglie, né valvole. Solo pulsanti utili a controllare l’attività e la temperatura delle piastre. Il numero di quest’ultime può variare a seconda della grandezza del fornello, proprio come in un piano cottura a gas tradizionale. Esistono dei modelli compatti con pochi fuochi (si arriva massimo a 3) che hanno il grande pregio di poter essere spostati da una casa all’altra. Si tratta del piano a induzione portatile che può tornare davvero molto utile per chi, durante l’anno, ha l’abitudine di vivere più case.

La cucina a induzione ha un piano realizzato mediante l’uso della vetroceramica sotto la quale sono posizionate delle bobine speciali che, una volta accese, sono in grado di generare un campo magnetico. A contatto con la pentola, l’energia si trasforma in calore e si irradia per tutto il contenitore riscaldando e cuocendo gli alimenti al suo interno. Questo meccanismo permette al piano cottura di non sprecare energia poiché il calore rimane concentrato sulla superficie a contatto con la pentola, non va oltre. Tale caratteristica permette di ottimizzare anche i tempi di cottura.

Conviene acquistare un piano a induzione?

Una volta capito come funziona un piano cottura a induzione bisogna cercare di capire se conviene o meno preferirlo a quello a gas.

Da quanto detto sul funzionamento di questo elettrodomestico, puoi facilmente immaginare quali saranno le caratteristiche che apriranno l’elenco dei vantaggi: l’efficienza e la velocità. Un buon piano a induzione, infatti, non disperde l’energia e arriva a impiegare all’incirca il 90% dell’energia utilizzata. Questo gli permette di far raggiungere le temperature ideali in pochissimi minuti. Ad esempio, l’acqua per bollire su un piano a induzione ci metterà dai 3 ai 4 minuti, tempi record se pensiamo che la media tradizionale di un buon fornello a gas è di circa 10 minuti. La cottura sarà, quindi, velocizzata e in questo sta il grande risparmio energetico e di consumi che favorirebbe anche l’ambiente.

Un altro merito del piano a induzione è quello di essere molto sicuro. L’assenza di gas ti permette di non preoccuparti di tutti i rischi connessi a questo elemento, ma considera anche che il calore si produce solo nel contatto tra la piastra e la pentola. Una volta finito di cucinare, il piano si raffredda molto velocemente. Non c’è il rischio di scottarsi, quindi, né prima né dopo l’utilizzo.

Il piano cottura a induzione è molto semplice da pulire e, dal punto di vista del design, risulta estremamente bello e accattivante. Darà sicuramente un valore in più al design della tua cucina.

La cucina con piastra a induzione presenta anche degli svantaggi?

Ci sono indubbiamente molti vantaggi nell’acquisto di un piano cottura a induzione, ma prima di optare per la sostituzione del fornello a gas è giusto che tu sappia anche a cosa fare attenzione.

La maggior parte degli aspetti negativi del piano a induzione sono legati ai suoi costi. Non solo questi modelli richiedono una spesa d’acquisto superiore a quelli a gas, ma prevedono anche delle pentole apposite per cui, se non si hanno già, bisognerà comprare una batteria tutta nuova.

Prima abbiamo scritto che il piano cottura a induzione aiuta a limitare lo spreco di risorse visto che è molto più efficiente e ottimizza i tempi. Se vai a confrontare anche i consumi medi annui, ti renderai conto che quelli del fornello a gas sono nettamente superiori. È anche vero, però, che una piastra a induzione assorbe una grande quantità di energia elettrica. Di conseguenza, la bolletta della luce potrebbe aumentare e potresti vederti costretto ad aumentare la potenza del tuo contatore.

SulSicuro e il piano cottura a induzione

Ora che conosci tutti gli aspetti legati alla cucina a induzione, puoi scegliere il tipo di fornello più adatto alle tue esigenze e al tipo di cucina che ti piace. E se mai dovessi ritrovarti con un piano cottura a induzione bloccato, ricordati dell’assistenza SulSicuro per gli elettrodomestici fuori garanzia.